verdesito in aggiornamento   Per i contenuti non presenti consultare il vecchio portale

sito in aggiornamento Sezione in Aggiornamento.

PAGINA IN COSTRUZIONE.

 

ELENCO DELLE STRADE PROVINCIALI TRANSITABILI DELLA PROVINCIA DI PESCARA dai veicoli / trasporti eccezionali con le limitazioni di massa e di sagoma di cui al Nulla osta annuale preventivo per il 2024.

Nulla osta preventivi al tansito rilasciati alla Provincia di Pescara da parte di altri Enti:

Provincia di Chieti
www.provincia.chieti.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8816
www.provincia.chieti.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9132
Provincia di L'Aquila
www.provincia.laquila.it/uffici-dell-ente/item/1472-viabilita
Provincia di Teramo

_____________________________________________________________________________________________________________________

Nulla Osta 2024 dei seguenti Comuni dei veicoli diversi dalle macchine agricole ed operatrici e con i seguenti limiti di massa e di sagoma:

Limiti di massa complessiva

72 t., ovvero:

48 t. (per autoveicoli isolati a 4 assi)

38 t. (per autoveicoli isolati a 3 assi)

Limiti di sagoma

§  altezza 4,30 m. larghezza 3 m. lunghezza 20 m.

ovvero:

§  altezza 4,30 m. larghezza 2,55 m. lunghezza 25 m.

Comune di Spoltore
Comune di Manoppello
Comune di Montesilvano
Comune di Città Sant'Angelo
Comune di Silvi
Comune di Roseto degli Abruzzi
Comune di Giulianova
Comune di Francavilla al Mare
Comune di Ortona

 

 

Per il pagamento dei DIRITTI a favore della PROVINCIA di PESCARA, dei diritti d' USURA STRADE (se dovuti) e delle imposte di BOLLO per autorizzazioni al transito di veicoli / trasporti eccezionali, tramite PagoPA (dalla home page del sito), cliccare su "Accedi" quindi su "Pagamento spontaneo" e selezionare distintamente "Trasporti eccezionali-Diritti Provincia", "Trasporti eccezionali- Diritti di Usura" (se dovuti) e "Imposta di bollo".

 

MODULISTICA

Domanda di autorizzazione periodica di tipo A

Domanda di autorizzazione periodica di tipo B

Domanda di autorizzazione di tipo multipla/singola

Domanda di rinnovo di autorizzazione periodica

Domanda di proroga di autorizzazione multipla/singola

Domanda di autorizzazione per macchina agricola

 

ISTANZE DI AUTORIZZAZIONE DA PARTE DI DITTE AVENTI SEDE FUORI DAL TERRITORIO DELLA REGIONE ABRUZZO

Qualora la ditta richiedente l’autorizzazione abbia sede legale fuori dal territorio abruzzese ed utilizzi la rete autostradale per accedere in Abruzzo, la domanda di autorizzazione potrà essere rivolta alla Provincia di Pescara se viene utilizzata una delle seguenti uscite:

- A14: Pescara Nord, Pescara Ovest – Chieti, Pescara Sud – Francavilla

- A25: Villanova, Chieti – Pescara, Manoppello, Scafa, Torre de’ Passeri, Bussi - Popoli

Ciò comporta, eventualmente, che l’interessato debba dichiarare qual’è l’uscita o quali sono le uscite autostradali (in caso di più viaggi o di percorsi alternativi) da utilizzare. L’autorizzazione indicherà espressamente (tra quelle sopra indicate) l’uscita o le uscite autostradali che possono essere utilizzate tra quelle richieste dall’interessato e che non sono consentite uscite diverse.

Nota: Tale disposizione non vale per le macchine agricole in quanto l’art. 268, c. 1, Reg. CdS stabilisce che “La domanda per ottenere l’autorizzazione ….. deve essere presentata all’ente competente per la località di inizio del viaggio …..”. Lo stesso dicasi per le macchine operatrici dato che l’art. 306 Reg. CdS rinvia espressamente al citato art. 268.

 

ATTRAVERSAMENTO DI PASSAGGI A LIVELLO FERROVIARI

Per il transito nei tratti di strada che attraversano i binari o ricompresi all’interno delle barriere o semibarriere dei passaggi a livello e nei tratti di strada ad essi relativi occorre essere autorizzati dall’ente gestore delle linee ferroviarie (rif. nota di RFI – Rete Ferroviaria Italiana – Direzione Operativa Infrastrutture Territoriale di Ancona, prot. n. 409 del 26.01.2024, acquisita al prot. dell’Ente al num. 1564/2024).

Prima di presentare l’istanza di autorizzazione alla Provincia, dunque, le ditte interessate al transito sui passaggi a livello, devono preventivamente richiedere ed ottenere l’autorizzazione da parte di RFI – Rete Ferroviaria Italiana e fornirla in copia alla Provincia. In mancanza di detto provvedimento da parte di RFI la Provincia non consentirà il transito negli attraversamenti ferroviari e nelle strade ad essi relativi e, nel caso in cui il percorso sia definito (per le autorizzazioni di tipo singolo/multiplo) e comprenda un passaggio a livello, non rilascerà l’autorizzazione di propria competenza per il veicolo/trasporto eccezionale.

Nelle domande di rilascio delle autorizzazioni di tipo singolo/multiplo l’interessato dovrà dichiarare se nel percorso indicato sussistano o meno dei passaggi a livello ferroviari.

 

INDENNIZZO PER LA MAGGIORE USURA DELLA STRADA

L' art. 18 del Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada stabilisce l'indennità di maggiore usura della strada per i veicoli od i trasporti eccezionali eccedenti le masse stabilite dal'art. 62 del Codice.

Detta indennità deve essere pagata anticipatamente e l'attestazione dell'avvenuto pagamento deve essere allegata alla richiesta di autorizzazione.


INDENNIZZO ANALITICO

La misura dell'indennizzo si calcola in base alle prescrizioni dell’art. 18 del Reg. CdS e delle relative tabelle allegate (indennizzo di tipo "analitico"), che tengono conto della massa del veicolo e della sua distribuzione sugli assi, dei tipi di asse e della lunghezza del percorso stradale.

L’importo, così come definito in lire/km deve essere convertito in euro e adeguato alle variazioni degli indici ISTAT -  FOI. Con riferimento all’anno 2024 la percentuale di rivalutazione da applicare è pari al 97,70 %.

Per calcolare l’importo dell’indennizzo analitico da versare con riferimento all’anno 2024 CLICCA QUI.

 

INDENNIZZO CONVENZIONALE

E' consentita la valutazione "convenzionale" dell'indennizzo per la maggiore usura, ove dovuto, per i veicoli o i trasporti, di cui all'articolo 13, comma 2, punto B) del citato Regolamento, qualora, all'atto della domanda di autorizzazione periodica, il richiedente non sia in grado di precisare il chilometraggio da effettuare complessivamente, né i singoli itinerari richiesti, né l'effettivo carico del singolo trasporto.

Tra questi veicoli sono annoverati ad esempio i veicoli ad uso speciale (allestiti con gru od altre attrezzature) e le macchine agricole ed operatrici (atte e non atte al carico).

L’importo, così come definito in lire deve essere convertito in euro e adeguato alle variazioni degli indici ISTAT -  FOI. Con riferimento all’anno 2024 la percentuale di rivalutazione da applicare è pari all’ 107,5 %.

Per conoscere le tipologie di veicoli/trasporti eccezionali ammessi al versamento dell'indennizzo convenzionale

nonché l’importo da versare con riferimento all’anno 2024 CLICCA QUI e, nello specifico, per le macchine agricole e le macchine operatrici eccezionali CLICCA QUI.

 

INDENNIZZO CASO PARTICOLARE DEI MEZZI D'OPERA

Caso particolare è quello del complesso fino a 56 tonnellate per trasporto di macchina operatrice da cantiere, costituito da un veicolo classificato mezzo d'opera, dove per la motrice o trattore stradale andrà corrisposto l’indennizzo di cui all’art. 34 del C.d.S. a favore delle Casse della Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo (importo di pari valore e durata della tassa di possesso) mentre per il rimorchio o semirimorchio non classificato mezzo d'opera, quello in via convenzionale, di cui all'art. 18 Reg. del C.d.S., da corrispondere alla Provincia di Pescara.

Articolazione uffici

Avvisi

Informativa Cookie

Questo sito utilizza solo cookies tecnici che sono necessari al funzionamento e sono richiesti per gli scopi evidenziati nella privacy policy.