• roccamorice.jpg
  • montesilvano.jpg
  • cugnoli.jpg
  • villaceliera.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • abbateggio.jpg
  • vicoli.jpg
  • nocciano.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • rosciano.jpg
  • loreto.jpg
  • alanno.jpg
  • salle.jpg
  • penne.jpg
  • cepagatti.jpg
  • moscufo.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Riapre il deposito principale della Biblioteca Provinciale di Pescara

biblioIl deposito principale della biblioteca provinciale di Pescara riapre. Sarà nuovamente operativo a partire da lunedì. Lo annunciano il presidente della Provincia Guerino Testa e il vice presidente Fabrizio Rapposelli, ricordando che questo deposito è stato oggetto di lavori per 280mila euro che hanno riguardato la messa in sicurezza. La chiusura del locale (sotterraneo al Palazzo della Provincia di piazza Italia) si è resa necessaria allorquando i vigili del fuoco hanno ritenuto che non fossero a norma l'impianto elettrico, il sistema antincendio, e le vie di fuga, che "d'altronde non erano mai stati oggetto di interventi da parte delle precedenti amministrazioni, sempre distratte su questo fronte".
Il deposito in questione è il più grande dei sette magazzini di cui dispone la biblioteca provinciale "G. d'Annunzio". In questi spazi sono collocati circa 180mila volumi dei 250mila testi complessivi gestiti dalla biblioteca, per cui la riapertura al personale e la possibilità di consultazione da parte del pubblico rappresenta "un risultato importante per questa amministrazione", dicono sempre Testa e Rapposelli. "Siamo stati in grado di realizzare un intervento corposo, nonostante la ristrettezza di fondi della Provincia, e altri si erano ben guardati dal programmare un lavoro simile, nonostante i problemi di sicurezza. Oggi possiamo dire di avere finalmente raggiunto il traguardo, ed è stato tutt'altro che semplice per via di una serie di ostacoli burocratici. Un bel risultato per la nostra biblioteca che conta 96 mila frequentatori ogni anno e rappresenta uno dei fiori all'occhiello di questo territorio". I due componenti della giunta ricordano infine che l'attuale amministrazione è già intervenuta sulla biblioteca per ragazzi, trasferendola dai locali in affitto di via Ostuni a locali di proprietà dell'ente, tagliando quindi le spese rispetto al passato.


Add this to your website