• salle.jpg
  • roccamorice.jpg
  • montesilvano.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • loreto.jpg
  • villaceliera.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • nocciano.jpg
  • cugnoli.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • cepagatti.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • penne.jpg
  • rosciano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • alanno.jpg
  • moscufo.jpg
  • vicoli.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Picciano, riapre al traffico il ponte di Baricelle dopo i lavori della Provincia

baricelleA Picciano riapre al traffico il ponte sul torrente Baricelle, dopo i lavori promossi dalla Provincia di Pescara. L'appuntamento è per giovedì, 17 aprile, alle ore 10.00, annunciano l'assessorato ai Lavori Pubblici dell'ente e il sindaco di Picciano, Enzo Catani. L'intervento della Provincia ha preso concretamente il via il 27 maggio 2013, anche se il progetto risale a diversi anni fa, e ha avuto come obiettivo il miglioramento della sicurezza su questa infrastruttura, dove il traffico è stato limitato proprio per evitare pericoli (il transito è stato vietato ai mezzi di peso superiore alle 5 tonnellate). Le problematiche del ponte, prima della realizzazione dell'opera, erano causate dall'ammaloramento delle travi in cemento armato e dai dissesti che presentavano le pile e le spalle ponte, oltre alla qualità non più ottimale del calcestruzzo. Si è proceduto all'adeguamento di tutte le strutture alla normativa sismica con la creazione di una piattaforma stradale a due corsie larghe 3,25 metri e con le banchine di un metro, per una larghezza totale di 8,5 metri.
Per arrivare all'obiettivo prefissato, i lavori hanno comportato la demolizione dell'impalcato esistente e la realizzazione di uno nuovo, con una struttura mista di acciaio e calcestruzzo, con l'allargamento dei rilevati di accesso, oltre ovviamente agli interventi di rinforzo sulle fondazioni con micropali, sulle pile e sulle spalle del ponte.
Per Catani si tratta di "un'opera fondamentale per tutta l'area vestina che consente di raggiungere anche l'autostrada e la zona dei centri commerciali di Città Sant'Angelo. Appena insediato, nel 2011, mi sono impegnato per risolvere questo problema annoso - prosegue - e oggi, a conclusione dell'iter progettuale e realizzativo, ringrazio la Provincia con l'auspicio che questa arteria possa diventare una strada provinciale".


Add this to your website