verdesito in aggiornamento   Il sito è in fase di allestimento. Per i contenuti non presenti consultare il vecchio portale

dimartinoGrande partecipazione alla seconda edizione del Premio letterario “Marco Di Martino”, promosso dalla ominima associazione pescarese, che opera da anni nel campo del volontariato, e patrocinato dalla Provincia di Pescara. Sono stati 166 gli elaborati arrivati all'esame della giuria e domani, venerdì 4 aprile, alle ore 18, nela sala "Figlia di Iorio" della Provincia (piazza Italia, primo piano) saranno proclamati i vincitori. La giuria, presieduta dal direttore dalla Biblioteca Provinciale, Enzo Fimiani, ha assegnato il montepremi di 5000 euro ai cinque migliori elaborati e conferito una segnalazione ad altri 5 elaborati. I nomi saranno svelati domani.

L'associazione Marco Di Martino è stata fondata nel luglio 2001 da Luisa e Giuseppe Di Martino, dopo la morte prematura del figlio Marco, giovane studente, e si prefigge "la realizzazione di opere umanitarie che riconoscano l’autorevolezza sociale dei messaggi di Marco attraverso l’elargizione di aiuti finanziari e morali alle persone, ai giovani, agli adolescenti ed ai più piccoli. Intende favorire, inoltre, la crescita  sociale, culturale, civile per lo sviluppo delle pari opportunità fra i popoli. L’associazione, nel rispetto delle motivazioni che portarono Marco Di Martino a scegliere lo studio della Medicina, intende esaltarne l’importanza attraverso specifiche, apposite iniziative".
   
Tanti i progetti portati avanti nel campo della Cooperazione internazionale, soprattutto in Africa sub-sahariana:

- A Nadoba in Togo, a "Casa Marco" sono accolti  circa 50 bambini orfani, quasi tutti adottati, ed è inoltre attiva una scuola di cucito frequentata da 16 ragazze. Nel 2013 è stato impiantato un panificio.

- Nella provincia della Huila, in  Angola, vanno avanti iniziative per la formazione professionale (Scuola Italia - Angola per 60 alunni), per l'istruzione (costruzione  scuola elementare), per l’accesso all’acqua (costruzione di 54 pozzi), per i diritti umani (ampliamento ed adeguamento del penitenziario di Lubango con  attività formative per il reinserimento nella società dei detenuti), per la formazione del personale sanitario nell’ambito dell’accordo Regione Abruzzo-Provincia della Huila. Da  giugno 2012 a dicembre 2013 sono stati formati 40 professionisti e il progetto sarà ripetuto nell’arco di ulteriori 18 mesi a partire da giugno 2014. Inoltre nel settore turistico-alberghiero, saranno a Pescara dieci operatori per uno stage di aggiornamento.