• villaceliera.jpg
  • cepagatti.jpg
  • montesilvano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • roccamorice.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • rosciano.jpg
  • loreto.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • alanno.jpg
  • salle.jpg
  • cugnoli.jpg
  • nocciano.jpg
  • moscufo.jpg
  • penne.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • vicoli.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Nuovo mezzo di trasporto per disabili da Aism e Provincia

aismUna fiat Scudo con nove posti, abilitata al trasporto di due carrozzine per i disabili. A presentare il servizio offerto da Provincia e Aism per agevolare la mobilità dei diversamente abili sono stati oggi il presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa, l’assessore alle Politiche sociali Valter Cozzi, il rappresentante di Pmg Italia (progetto di mobilità garantita) Raffaele Di Pancrazio e il consigliere nazionale dell’Aism Vittorio Morganti.
“Oggi rinnoviamo un progetto – spiega Cozzi – avviato con successo negli anni passati. In un momento di crisi come quello attuale, questa iniziativa va incontro alle esigenze del territorio”. “E’ un progetto nato nel 2002 – dice Di Pancrazio -. In quattro anni abbiamo effettuato 10.800 interventi e abbiamo svolto 2.600 servizi (questi all’anno) per i disabili nel territorio pescarese”. L’iniziativa nasce dalla sinergia fra pubblico e privato (sponsor) proprio per migliorare la mobilità dei soggetti più deboli garantendo loro assistenza sanitaria giornaliera presso strutture pubblico/private, per cure o cicli terapeutici e permetterà di svolgere attività quotidiane come fare la spesa, medico di base, analisi, gite.
“L’utilità della Provincia – afferma Testa – è stata dimostrata ampiamente in questi anni, e questa iniziativa ne è l’ulteriore conferma. Per questo ci battiamo affinchè l’abolizione di questo Ente non avvenga: vogliamo salvaguardare servizi importanti come questo per i disabili evitando che si creino caos e disagi. Ecco spiegato anche l’aumento di 500mila euro di fondi per il sociale che abbiamo previsto quest’anno in bilancio”.
“Ringrazio la Provincia che continua a sostenere questo progetto – aggiunge Morganti – che consente ai nostri assistiti di essere accompagnati a fare riabilitazione, attività ricreative e nelle loro abitazioni. È una formula che funziona grazie agli sponsor e facilita la vita dei nostri assistiti”.


Add this to your website