• penne.jpg
  • abbateggio.jpg
  • vicoli.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • cepagatti.jpg
  • cugnoli.jpg
  • roccamorice.jpg
  • moscufo.jpg
  • salle.jpg
  • nocciano.jpg
  • alanno.jpg
  • rosciano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • montesilvano.jpg
  • loreto.jpg
  • villaceliera.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Giornata europea dei Giusti A Torre de’ Passeri, inaugurato il Parco dei Giusti

torreI nomi dei Giusti d’Abruzzo scolpiti sulle mattonelle del vialetto d’accesso ed il parco intitolato a quanti hanno difeso la dignità umana, contro tutti i totalitarismi. In occasione della celebrazione della Giornata europea dei Giusti (Istituita nel 2012 dal Parlamento di Strasburgo), sotto una pioggia insistente, il parco di via Einaudi di Torre de’ Passeri, è stato intitolato, stamane, giovedì 6 marzo, Parco dei Giusti tra le Nazioni.

A Roberto Castracane di Villa Santa Maria – Chieti (che quando era podestà, salvò dalla furia nazista una madre e una figlia ebree), Emidio e Milietta Iezzi di Guardiagrele – Chieti (che salvarono la vita a Isaac Wentraub di sette anni e a suo padre, Adolfo) e Don Gaetano Tantalo di Villavallelonga – L’Aquila (il prete che offrì rifugio ai membri delle famiglie ebree Orvieto e Pacifici di Roma), gli unici 4 corregionali fra i 382 italiani non ebrei che salvarono gli ebrei dalla deportazione e dalla Shoah, è stata dedicata la giornata del 6 marzo con una cerimonia promossa dal Comune di Torre de’ Passeri e dall’Istituto tecnico commerciale nella cui sede, limitrofa al parco, si è svolta una cerimonia per celebrare tutti coloro che si sono opposti con responsabilità individuale ai crimini contro l'umanità e a tutti i totalitarismi del ventesimo secolo, alla presenza degli studenti.

Alla manifestazione pensata per ricordare, in particolare, i 4 Giusti d’Abruzzo hanno preso parte il sindaco di Torre de’ Passeri, Antonello Linari, il dirigente scolastico Nicola De Grandis e il presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa che hanno sottolineato “il valore e l’importanza di ricordare uomini e donne capaci di gesti di straordinario altruismo”.
Con loro c’erano i nipoti di Roberto Castracane, Antonio Castracane e Vincenzo Carotenuto, la pronipote di Emidio e Milietta Iezzi, Gloria Di Crescenzo, il vicesindaco e l’assessore di Villa Santa Maria, Stefano Di Cicco e Domenico Di Nucci, l’assessore alla cultura di Guardiagrele Leo D’Angelo e il vicesindaco di Villavallelonga Domenico Bianchi.

Gli eredi dei Giusti d’Abruzzo hanno portato ai ragazzi una grande testimonianza, raccontando che per i loro cari, non c’era straordinarietà in quello che avevano fatto. Furono “esempi di grande altruismo e di eroi silenziosi che scelsero la banalità del bene”, hanno detto Gloria Di Crescenzo e Vincenzo Carotenuto.
Nel corso della manifestazione sono stati proiettati due video realizzati dagli studenti ed ascoltate le testimonianze di Filippo Di Pretoro (detto Fil) che conobbe Emilio e Milietta Iezzi e dello storico di Guardiagrele Mario Palmerio. Tra i presenti gli assessori comunali di Torre de’ Passeri Piero Di Giulio, Giovanni Mancini e Renzo De Vincentis, il parroco Don Mauro Pallini e il sindaco di Tocco da Casauria Luciano Lattanzio.

L’iniziativa messa in campo dall’istituzione scolastica e dal Comune di Torre de’ Passeri, con il patrocinio della Presidenza della Provincia di Pescara, è sostenuta da Gariwo, Gardens of the Righteous Worldwide (foresta dei Giusti), un’associazione nata a Milano nel 2000 su iniziativa di Gabriele Nissim, ebreo, e Pietro Kuciukian, armeno, per ricordare le figure esemplari di resistenza morale ai regimi totalitari nella storia del Novecento, anche attraverso l'istituzione di luoghi della memoria in diverse parti del mondo.


Add this to your website