• sede_provincia_pescara.jpg
  • penne.jpg
  • moscufo.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • loreto.jpg
  • vicoli.jpg
  • rosciano.jpg
  • nocciano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • roccamorice.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • salle.jpg
  • villaceliera.jpg
  • cugnoli.jpg
  • montesilvano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • alanno.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Provincia e Ambiente, il socio privato acconsente alla vendita della propria quota di partecipazione

provambDal socio privato di Provincia e Ambiente (Itagas ambiente srl) è arrivato il via libera alla cessione delle proprie quote alla Provincia di Pescara, che intende trasformare questa spa in società "in house providing" a capitale totalmente pubblico. Lo annuncia il presidente della Provincia Guerino Testa ricordando che il 18 ottobre il Consiglio provinciale ha approvato una delibera finalizzata a procedere all'acquisto dell'intera quota di partecipazione (22 per cento) detenuta in Provincia e Ambiente spa dal socio privato (la parte restante delle quote è della Provincia). "Diamo seguito dunque, dice Testa, ad un indirizzo chiarissimo espresso dal Consiglio e lo facciamo a salvaguardia dei posti di lavoro, essendosi create le condizioni favorevoli per seguire questa strada e avendo superato le difficoltà incontrate per raggiungere il risultato".
I dipendenti della società hanno appreso con soddisfazione che si è positivamente risolta la procedura per la trasformazione della società in società in house. A tal proposito, ringraziano vivamente la fattiva opera svolta in tal senso dal presidente Testa unitamente al presidente del Consiglio di Amministrazione Gianluca Buccella ed ai consiglieri Mario Marzovilla e Nicola Bortone, che "hanno sempre operato ed agito nell’interesse dei dipendenti e della società".
Un ringraziamento va anche al consiglio provinciale che "ha condiviso e sostenuto la base occupazionale della società con forza e convinzione anche nei momenti più difficili e drammatici".
I dipendenti auspicano che "questa trasformazione porti ad un fattivo ed immediato rilancio del lavoro che consenta alla società di reintegrare nel più breve tempo possibile tutti i lavoratori attualmente posti in cassa integrazione".


Add this to your website