• alanno.jpg
  • salle.jpg
  • villaceliera.jpg
  • nocciano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • cugnoli.jpg
  • rosciano.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • abbateggio.jpg
  • roccamorice.jpg
  • vicoli.jpg
  • cepagatti.jpg
  • loreto.jpg
  • moscufo.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • montesilvano.jpg
  • penne.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Maltempo,mercoledì riaperta la bretella di Cepagatti.

bredellaLa bretella di Cepagatti - Sambuceto che collega la 602 con il raccordo autostradale di Chieti è stata riaperta al traffico. Lo annunciano il presidente della Provincia di Pescara e l'assessore ai Lavori pubblici Roberto Ruggieri, precisando che "la decisione è stata presa non appena la situazione idraulica è tornata alla normalità dopo le piogge abbondanti e l'esondazione del fiume Pescara, che hanno indotto l'ente a chiudere questo ed altri ponti, per motivi esclusivamente precauzionali". Testa e Ruggieri sottolineano poi, in risposta alle polemiche e ai dubbi sollevati sulla bretella, che "in concomitanza con le piogge dei giorni scorsi si è ritenuto opportuno, al fine di evitare possibili danni a cose e persone, eseguire una serie di verifiche precauzionali di rito sul ponte e sull'arteria, considerata la portata della esondazione, che in questo punto ha raggiunto il suo livello massimo e più preoccupante". Come già sottolineato ieri "non risulta alcun cedimento strutturale né del ponte né del corpo stradale". La Provincia annuncia che anche la strada 17, le cosiddette "svolte di Popoli", è tornata percorribile."Squadre e tecnici della Provincia sono ancora all'opera per garantire la percorribilità lungo tutta la rete stradale di competenza (770 chilometri circa). Tuttavia spiace apprendere - dicono sempre Testa e Ruggieri - che il sindaco di Roccamorice ha voluto cogliere l'occasione della frana che si è verificata ai confini del territorio di Abbateggio per polemizzare in maniera sterile con la Provincia senza tenere conto che un evento di tale portata è assolutamente imprevedibile e che nessuna opera poteva essere realizzata dall'ente per evitarlo, tanto meno le opere e la nuova strada suggerite dal Comune nel mese di luglio, strada che peraltro si trova in tutt'altra zona, addirittura alla parte opposta del paese".

 


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 05 Dicembre 2013 15:56 )