• ambiente_energia.jpg
  • innovazione.jpg
  • informatica.jpg
  • turismo.jpg
  • scuole.jpg
  • sociale.jpg
  • territorio.jpg
  • servizi_istituzionali.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home Settori dell'Ente Settore VI - Edilizia scolastica, pubblica istruzione e biblioteca provinciale

Progetto Intercompany Generation

40Immagine

Chi partecipa al progetto I.C.G.

"Inter Company generation"  è un progetto ideato e predisposto dalla Provincia di Pescara - ente capofila - dalla Provincia di Lecce, Confcooperative Pescara e Confartigianato Lecce (partners) e Università G. d'Annunzio di Chieti-Pescara e le associazioni Filminart e Karisma (associati). Il progetto è stato approvato e finanziato nel quadro dell'edizione 2012 del bando Azione ProvincEgiovani di cui è Autorità di Gestione l'UPI  - Unione delle Province Italiane.


Cos'è l'AzioneProvincEgiovani

L'iniziativa AzioneProvincEgiovani nasce da un'intesa tra il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l'Unione delle Province d'Italia (UPI), e promuove interventi integrati in materia di politiche giovanili e valorizza strategie e politiche coordinate a favore dei giovani, coinvolgendo i diversi livelli istituzionali, l'associazionismo giovanile e tutti gli attori che a vario titolo si occupano di giovani.


Cosa fa il progetto I.C.G.

Il progetto I.C.G. sperimenta un modello nuovo di interazione fra giovani e generazioni adulte, affinché si sviluppi un passaggio generazionale - che nei fatti non sempre riesce ad avvenire - costruttivo, utile e realmente proficuo. Nelle azioni progettuali si è messo l'accento sulla capacità di collaborare, intendendola come "uno scambio in cui i partecipanti traggono vantaggio dall'essere insieme‘.
Il tema che informa tutte le azioni progettuali è il dialogo intergenerazionale per l'"orientamento-istruzione-formazione-lavoro", ma con azioni differenti per le due Province, anche se queste svilupperanno insieme le buone prassi progettuali.
L'obiettivo principale nella Provincia di Pescara è quello di far incontrare adulti imprenditori e giovani per azioni volte a favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze tra generazioni, nella Provincia di Lecce è quello di orientare i giovani verso l'apprendistato di mestieri artigiani, affiancando giovani ad artigiani di valore che trasmettano il proprio sapere tecnico e siano punto di riferimento, svolgendo al contempo una funzione educativa.
La Provincia di Pescara ha coinvolto nel progetto 8 istituti scolastici di istruzione superiore e ha attivato 10 laboratori. I beneficiari sono gli studenti del triennio insieme agli studenti dell'Università G. d'Annunzio. Il progetto prevede il coinvolgimento sia dei giovani che degli adulti, in particolare imprenditori disponibili a compartecipare ai laboratori previsti.
La Provincia di Lecce, sempre di concerto con L'Ufficio Scolastico ha coinvolto 10 istituti superiori. In entrambe le Provincie verranno coinvolte anche le Consulte giovanili, le associazioni giovanili e i rappresentanti degli studenti


Quali sono le attività del progetto I.C.G.

L'attività più importanti del progetto I.C.G. sono quelle relative ai laboratori che verranno attivati sia a Pescara che Lecce, proprio grazie alla collaborazione delle scuole e dell'Università.
A Pescara il progetto si sviluppa attraverso lo svolgimento dei seguenti laboratori:
1. Laboratorio di orientamento scolastico e universitario. 10 laboratori scolastici in 8 Istituti superiori della Provincia della durata di due ore ognuno e 5 laboratori universitari della durata di due ore. Nei laboratorio sono presenti un tutor indicato dalla scuola o un docente universitario e un imprenditore. Lo scopo è quello di mettere in luce sia le caratteristiche delle imprese storicamente leader della provincia, sia le possibili innovazioni che le nuove generazioni chiedono al mondo del lavoro, anche in un ottica di internazionalizzazione d'impresa. Il docente tutor, sia per la scuola che per l'università, raccoglie le esigenze dei giovani e propone un'attualizzazione dei percorsi formativi all'interno della scuola/università al collegio docenti.

2. Laboratorio scolastico di simulimpresa "Impresa in azione". 10 laboratori scolastici in 8 Istituti superiori della Provincia della durata di 12 ore ognuno che forniranno una visione organica ed essenziale dell'operato dell'impresa, con l'ausilio di esercitazioni pratiche. L'impresa formativa simulata sarà un luogo di approfondimento e applicazione di competenze e conoscenze che permetteranno, anche attraverso il confronto intergenerazionale, di prendere coscienza delle proprie attitudini e di individuare insieme delle possibili idee di impresa.  

3. Laboratori universitari di business plan. Verranno attivati 5 laboratori della durata di 5 ore ciascuno. Oltre far conoscere le iniziative imprenditoriali del territorio, i laboratori faranno acquisire ai giovani che avranno già partecipato al laboratorio sull'orientamento, le competenze che si riferiscono ad aspetti essenziali all'avvio di un'impresa e alla sua gestione.  I giovani saranno accompagnati dallo sviluppo dell'idea imprenditoriale fino allo sviluppo del piano d'impresa. Alla fine del percorso verranno redatti almeno 10 business plan.
Nella provincia di Pescara verranno inoltre organizzati 17 incontri generazionali tra rappresentanti dei ragazzi delle scuole, gli studenti universitari e gli imprenditori che hanno partecipato ai  diversi laboratori, al fine di condividere le esperienze maturate nel progetto e ampliare gli effetti e i risultati dello stesso. A Lecce verranno attivati i laboratori di "Bottega Agita/Start Up". Verranno organizzati 10 laboratori di 18 ore cadauno che interesseranno 200 giovani tra i 16 e i 19 anni provenienti da 10 scuole. Gli obiettivi principali sono quelli di valorizzare il patrimonio di conoscenze dell'artigianato tipico del territorio e il recupero di un dialogo intergenerazionale che restituisca un'identità culturale alle nuove generazioni, legandole a una maggiore conoscenza del territorio e la loro storia. I ragazzi saranno ovviamente formati nell'attività artigianale vera e propria da maestri artigiani esperti, in tre tipologie di attività: lavorazione della pietra leccese, lavorazione della cartapesta e moda. Su questi laboratori verranno realizzati 3 video didattici in digitale. Ogni video tratterà di un diverso laboratorio.
Sia a Pescara che Lecce verranno attivati:
1. Un laboratorio di "Leadership - Coaching - PNL". Sono laboratori sulla comunicazione basati su tecniche e strumenti d'avanguardia. Per ogni laboratorio il progetto prevede di coinvolgere 50 giovani e 20 adulti.

2. Un laboratorio "Forza delle emozioni" per la gestione delle emozioni e l'intelligenza cognitiva. Anche qui saranno coinvolti 50 giovani e 20 adulti.

3. Laboratorio sperimentale "Bridging the digital divide" che sarà diretto dai giovani e avrà lo scopo di insegnare agli adulti l'uso delle nuove tecnologie, anche qui si pensa di coinvolgere 50 giovani e 20 adulti.
Il progetto si concluderà a dicembre 2013 con un concorso a premi, sia a Pescara che Lecce, che premierà le quatto migliori idee imprenditoriali (due per provincia) selezionate tra quelle elaborate dalle scuole che hanno partecipato ai laboratori.
Gli istituti superiori della Provincia di Pescara coinvolti nel progetto
1. Liceo Scientifico "G. Galilei" - Pescara
2. Istituto d'arte "Bellisario - Misticoni" - Pescara
3. Istituto Tecnico Commerciale "T. Acerbo" -  Pescara
4. IPSIA "Di Marzio  - Michetti"  - Pescara
5. I..T.C.G. "Aterno -  Manthonè"  - Pescara
6. Liceo Scientifico "L. D'Ascanio" - Montesilvano
7. Istituto "L. Spaventa" - Città S. Angelo
8. Istituto d'arte "M. Dei Fiori" - Penne

 La Provincia di Pescara ha inteso dare risonanza al lavoro prodotto promovendo la pubblicazione del volume: "L'integrazione intergenerazionale attraverso la comunicazione efficace e la PNL" curato dai docenti I.R.F.O. Galliano Cocco e Serena Zitti, con il coordinamento scientifico del suo Presidente Prof. Giuseppe Paolone.

 Il volume è disponibile presso la Biblioteca Provinciale "G. D'Annunzio" di Pescara, Via del Concilio, 2.

Il riassunto, la citazione o la riproduzione del testo o di parti del testo devono sempre essere accompagnati dalla menzione del titolo, del progetto che ne ha finanziato la pubblicazione, dei nomi degli autori e della Provincia di Pescara.

scansione0001

 


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 14 Luglio 2014 10:55 )