• moscufo.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • alanno.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • rosciano.jpg
  • nocciano.jpg
  • vicoli.jpg
  • roccamorice.jpg
  • loreto.jpg
  • montesilvano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • salle.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • cepagatti.jpg
  • villaceliera.jpg
  • penne.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • cugnoli.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Interventi sull’area vestina, la Provincia promuove lavori per oltre un milione di euro

santucciSono cominciati gli interventi di manutenzione straordinaria promossi dall’amministrazione provinciale guidata da Guerino Testa, per un milione 375 mila euro. I lavori riguardano il comparto nord e sud del territorio pescarese e serviranno a migliorare l’accessibilità della statale 81, vale a dire dell’area a ridosso della Val Pescara. Le strade interessate dagli interventi sono la Sp 31 (nel Comune di Loreto Aprutino e Civitella Casanova) e la Sp 33 (Civitella Casanova) del comparto nord. Per ciò che concerne il comparto sud i lavori coinvolgeranno la Sp 41(Rosciano-frazione Villa Oliveti), Sp 43 (Cepagatti-Vallemare), Sp 44 (primo tratto nel Comune di Cepagatti), Sp 44 (secondo tratto, Comune di Alanno), Sp 67 (Tocco da Casauria). Su queste arterie di pertinenza provinciale saranno effettuati lavori di rifacimento dell’asfalto, ripristino delle opere d’arte, guard rail e segnaletica.
“Tra gli interventi strutturali programmati – dichiarano Testa e gli assessori ai Lavori pubblici Roberto Ruggieri e alle Grandi infrastrutture Andrea Faieta - spiccano quelli sulla strada provinciale 33 e 44 (secondo tratto) dove è previsto anche il consolidamento di una scarpata a seguito di una frana. Grazie a questi lavori andremo a risolvere diverse criticità presenti sulle strade del territorio provinciale e a garantire maggiore sicurezza agli automobilisti e ai mezzi che percorrono queste arterie quotidianamente”.
Il consigliere Gabriele Santucci (firmatario dell’emendamento che nel 2010 ha destinato 730 mila euro a questo intervento) fa notare che “i lavori purtroppo non saranno sufficienti a risolvere i problemi alla viabilità causati dalla frana (un costone alto 100 metri). Sarebbe stato opportuno – dice Santucci  - realizzare un ponte (che avrebbe consentito anche l’ampliamento dell’arteria e il superamento del tratto in frana), e il progetto c’era già, ma l’amministrazione comunale non lo ha ritenuto opportuno e si è deciso di procedere con i lavori appena iniziati. Non mi sono mai opposto, ritenendo che il Comune parli per conto dei cittadini, ma devo rimarcare che come consigliere eletto in zona non sono mai stato coinvolto”.


Add this to your website