• cepagatti.jpg
  • vicoli.jpg
  • rosciano.jpg
  • roccamorice.jpg
  • villaceliera.jpg
  • cugnoli.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • penne.jpg
  • montesilvano.jpg
  • loreto.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • salle.jpg
  • nocciano.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • alanno.jpg
  • moscufo.jpg
  • abbateggio.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Il saluto del Segretario Generale ai dipendenti della provincia e agli amministratori

pirozzolo

Il Segretario Generale della Provincia di Pescara, dott. Carlo Pirozzolo, ha raggiunto l’età della pensione e, dopo 40 anni di lavoro in diverse amministrazioni pubbliche locali, il 2 luglio lascerà la Provincia.Pirozzolo, già Segretario Generale alla Provincia di Teramo al Comune di l’Aquila, ha lavorato in Provincia di Pescara 8 mesi, durante i quali ha avuto anche l’interim della dirigenza ai lavori pubblici.  Questo il messaggio di saluto che rivolge ai lavoratori e agli amministratori provinciali:

“Otto mesi impegnativi, durante i quali ho profuso il massimo impegno per risolvere i numerosi problemi di un Ente spogliato di risorse economiche e umane, alle prese con l’attuazione di una riforma fallimentare, che ha comportato criticità enormi organizzative e finanziarie. Sono riuscito a sbloccare una serie di situazioni in stallo, portando avanti opere pubbliche come la ristrutturazione dell’ex Stella Maris e la conclusione dei lavori sui primi due ponti sul Saline, che siamo riusciti ad inaugurare nell’arco di un mese. Mi sono occupato di grandi progetti ma anche di tante questioni riguardanti il personale, l’assetto organizzativo, le piccole dispute che rendono vivace la vita di una comunità lavorativa. Ho lavorato a stretto contatto con responsabili dei servizi e degli uffici che ho trovato sempre molto disponibili. Ho avuto modo di apprezzare tutto il personale tecnico e amministrativo, che ho trovato preparato, ben disposto verso la mia persona, pronto a rimettersi in gioco.
Pure essendo durata solo 8 mesi, quella vissuta in provincia di Pescara è stata una bella esperienza professionale.
Oggi sento il desiderio di esternare la mia gratitudine verso tutte le persone che a vario titolo hanno sostenuto e hanno apprezzato il mio operato. Ringrazio innanzitutto il presidente Antonio Di Marco, per avermi dato delle responsabilità che non potevano prescindere da un rapporto di fiducia e di stima reciproca, un rapporto che ci ha consentito di superare alcune difficoltà e di raggiungere i traguardi prefissatici.
Ringrazio i consiglieri provinciali, con i quali ho instaurato un rapporto costruttivo e positivo, ma soprattutto ringrazio i collaboratori che hanno lavorato al mio fianco senza frapporre limiti di tempo e di orario. Cosa rara nella pubblica amministrazione.
Personalmente credo, di contro, di aver dimostrato la massima disponibilità e di aver assunto decisioni con la flessibilità necessaria per andare incontro ai bisogni individuali, benché sottaciuti. Ho sempre ritenuto che le persone sono appunto persone e che, in mancanza di disponibilità finanziarie che consentono gratificazioni economiche, si debba sopperire con la comprensione, l’ascolto, la disponibilità, l’incoraggiamento. Spero di essere riuscito a gestire questa mia breve vita in Provincia con l’equilibrio e quella dose di umanità che, in qualsiasi ambiente di lavoro e in qualsiasi condizione si trovi un’azienda, si rende necessaria per trasformare un ambiente neutro o addirittura ostile in un ambiente dal clima amichevole, benevolo, predisposto al fare.
Quindi saluto tutti con affetto e amicizia, consapevole del grande lavoro che ancora attende amministratori e dipendenti per uscire dall’empasse istituzionale nel quale si sono ritrovate le Province, ma consapevole anche che l’esperienza di questi anni difficili sia servita per far crescere ulteriormente questa bella comunità che porterò tra i miei ricordi professionali più significativi”.


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 18 Luglio 2018 07:17 )