• villaceliera.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • abbateggio.jpg
  • penne.jpg
  • roccamorice.jpg
  • moscufo.jpg
  • montesilvano.jpg
  • cugnoli.jpg
  • vicoli.jpg
  • loreto.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • cepagatti.jpg
  • rosciano.jpg
  • nocciano.jpg
  • alanno.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • salle.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Partono lavori su strade provinciali a massimo rischio per 500.000 mila euro.

sp2018Con la firma avvenuta il 25 gennaio, è stato formalizzato il contratto con l’impresa Asfalti Totaro di Altino (CH) vincitrice della gara d’appalto per la “Messa in sicurezza delle strade provinciali a massimo rischio”, riguardanti tratti delle Strade provinciali 151 (tratto Penne- Loreto Aprutino); la SP 20; la SP 23 (in zona “Caprara d’Abruzzo”) SP 16 b; la SP 56 ( Torre de Passeri – Piano d’Orta) SP 53 (Corvara – Pescosansonesco) e SP 44, nel territorio di Cepagatti.
Si tratta, per lo più, di opere di completamento di lavori già avviati e pressoché conclusi.
I lavori, per un importo di oltre 500.000,00 euro ( precisamente 501.340,48 euro) sono confinanziati da Regione e Provincia, e consentiranno di apportare gli ultimi ritocchi a lavori di sistemazione straordinaria già effettuati sulle stesse strade
L’intervento più consistente sarà a Cepagatti, all’altezza dell’intersezione tra la SS81 e la SP 44, chiamata “Stazione di Alanno”.
Qui verrà creata un’altra corsia sulla SS 81 con un’aiuola spartitraffico. Verrà installato un impianto semaforico, ci sarà l’integrazione alla pubblica illuminazione e verranno realizzate opere di contenimento. Verrà rifatta la segnaletica orizzontale e verticale.

“Per noi uno sforzo notevole – afferma il presidente Antonio Di Marco – per il quale abbiamo acceso un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. La Regione ancora una volta ci è venuta incontro, integrando la somma con un contributo diretto. Ringrazio anche in questo caso il Presidente della Regione che ci ha sempre affiancato nel difficile compito di reperire fondi per avviare i lavori sulle nostre strade, in mancanza di risorse statali, che da circa tre anni sono ridotti al lumicino. ”.


Add this to your website