• loreto.jpg
  • vicoli.jpg
  • salle.jpg
  • cugnoli.jpg
  • cepagatti.jpg
  • montesilvano.jpg
  • rosciano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • moscufo.jpg
  • roccamorice.jpg
  • villaceliera.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • penne.jpg
  • alanno.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • nocciano.jpg
  • abbateggio.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Abbateggio, i cittadini al lavoro per ripulire e ristrutturare i beni danneggiati dal maltempo

Di Marco con cittadiniCome si può rivitalizzare un borgo gravemente colpito dal maltempo dell’inverno, ripulirlo, e farlo tornare al decoro che merita, se non si coinvolgono quelli che hanno a cuore la vita del Comune stesso, ovvero gli abitanti del Borgo?
E’ quello che ha pensato il Sindaco di Abbateggio, Antonio Di Marco, quando, in collaborazione delle Associazioni Locali “Jo Danese”, Artisti Abruzzesi Lejo, Compagnia dell’Abate, “Alle Falde della Majella”, Consorzio di promozione turistica “Terre di Abbateggio”, Cooperativa Maggiociondolo e Pro Loco Abbateggio, ha promosso due giorni all’insegna della partecipazione con l’obiettivo di ripulire il paese dopo le traversie dell’inverno il 25 e 26 marzo.
Il Borgo di Abbateggio è stato duramente provato, come molti altri Comuni di montagna abruzzesi, dalle abbondanti nevicate del gennaio scorso: ora c’è da riparare gli edifici pubblici, gli arredi, i pavimenti in pietra, gli impianti di illuminazione, potare gli alberi e tagliare le erbacce. Ma le casse di un piccolo Comune non consentono il ricorso a ditte esterne che intervengano in tal senso. Perciò ad Abbateggio si fa affidamento sul sentimento di appartenenza di una piccola comunità che ha l’orgoglio di essere membro del Club dei “Borghi più belli d’Italia”, rimboccandosi le maniche e lavorando per far rinascere il paese. Finora già una cinquantina di cittadini hanno risposto all’appello del Comune, e si sono iscritti alla due giorni di lavori nel corso dei quali i compiti sono stati assegnati a seconda delle peculiarità e le capacità di ognuno.
A tutti i volontari il Sindaco assicura un “pasto frugale” durante il giorno e una serata conviviale collettiva la domenica sera, per condividere i risultati e ringraziare tutti i volontari.


Add this to your website