• penne.jpg
  • loreto.jpg
  • nocciano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • vicoli.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • montesilvano.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • abbateggio.jpg
  • roccamorice.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • cugnoli.jpg
  • salle.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • rosciano.jpg
  • alanno.jpg
  • moscufo.jpg
  • villaceliera.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Nuove infrastrutture per la valorizzazione dell’area della Majelletta

Mammarosa Foto 2Continua il nostro approfondimento sugli interventi previsti dal Masterplan (il piano straordinario per la realizzazione dei progetti strategici della Regione Abruzzo) e di cui la Provincia è soggetto attuatore. Tra le opere annoverate all’interno del Masterplan Abruzzo e gestite direttamente dalla Provincia di Pescara, che ha firmato la convenzione con la Regione per 9 progetti sul territorio, c’è anche quello relativo agli INTERVENTI SULLE INFRASTRUTTURE FUNZIONALI ALLA VALORIZZAZIONE TURISTICA DELLE STAZIONI INVERNALI di PASSOLANCIANO – MAJELLETTA, inserito nella categoria “Turismo e cultura”, dell’importo complessivo di € 20.200.000,00.
Gli interventi previsti nell’area compresa tra Passolanciano e Mammarosa, toccano due province (Pescara e Chieti) e 5 Comuni: PRETORO, LETTOMANOPPELLO, SERRAMONACESCA, ROCCAMORICE, RAPINO.
Essi riguardano la realizzazione di infrastrutture funzionali alla valorizzazione turistica delle stazioni invernali di Passolanciano – Majelletta e il potenziamento delle infrastrutture stradali con la realizzazione delle nuove aree di sosta e parcheggio.
Alla Provincia di Pescara spetta il compito di sopraintendere e realizzare la manutenzione stradale dell’ area, con l’obiettivo di incentivare lo sviluppo turistico mediante il miglioramento dell’accessibilità, ovvero dei collegamenti stradali. Sarà invece l’ ARAP (Azienda Regionale Attività Produttive) provvede ad effettuare interventi sostanziali di restyling della stazione sciistica, con l’ammodernamento degli impianti della funivia e la trasformazione pressoché radicale dell’area, mediante la realizzazione di un vero e proprio complesso turistico-sportivo e ricreativo.
“Una svolta epocale - ha dichiarato il presidente Antonio Di Marco - per il rilancio di un’area non sufficientemente sfruttata, che per la prima volta sarà considerata nel suo insieme e senza steccati determinati dai confini con diversi Comunali o dalle società di gestione degli impianti di risalita”.
La fase di progettazione dovrebbe concludersi entro settembre 2017. Subito dopo ci saranno tre mesi di tempo per le necessarie autorizzazioni, in modo iniziare i lavori nel dicembre 2017: è quanto indicato nel crono programma del Masterplan, che, come ha sottolineato lo stesso premier Matteo Renzi nel suo incontro con gli amministratori regionali giovedì scorso, dovrà essere rispettato alla lettera. La certezza dei tempi di realizzazione, infatti, costituisce il requisito indispensabile per il finanziamento totale dell’opera.


Add this to your website