• villaceliera.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • salle.jpg
  • rosciano.jpg
  • roccamorice.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • cugnoli.jpg
  • cepagatti.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • moscufo.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • vicoli.jpg
  • loreto.jpg
  • nocciano.jpg
  • alanno.jpg
  • penne.jpg
  • montesilvano.jpg
  • abbateggio.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Anche la Provincia di Pescara in sofferenza nel post terremoto

14725739 10207357634643063 7812099247284042063 n

Dopo la ripresa delle attività didattiche al Conservatorio di Musica “Luisa D'Annunzio”, al Liceo statale "G. Marconi" di Pescara, all'Istituto Tecnico Commerciale Aterno- Manthone', all'IPSSAR DE Cecco, al Liceo Scientifico Galilei, all'Itis "Alessandro Volta" di Pescara, e all'Istituto "Mario dei Fiori e Luca da Penne”, confermata la sospensione delle lezioni, fino a domani, dell’ ITAS Di Alanno, del "B. Spaventa" di Città S Angelo, dell’ ITIS " G. Marconi" di Penne e dell’ITIS “Amedeo Di Savoia" di Popoli e Torre de' Passeri. Si tratta di sospensioni precauzionali e organizzative, anche per dare modo ai dirigenti di condividere con i tecnici provinciali la revisione della logistica interna, quando in quelle scuole si è verificata l’interdizioni di parti del plesso o di un certo numero di aule. Sono tuttavia ancora in corso le verifiche – che continueranno per tutta la giornata di domani - da parte dei tecnici provinciali, in collaborazione con i professionisti dell’Ordine degli Ingegneri e in alcuni casi con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, per verificare la stabilità degli edifici laddove si sono verificate lesioni e crepe. In questo ultimo caso, le verifiche vanno indirizzate ad accertare se le lesioni riguardano strutture portanti o secondarie, per poi agire di conseguenza.

Oggi, intanto, il Presidente della Provincia, Antonio Di Marco, ha compiuto un approfondito sopralluogo nella zona vestina, insieme al sottosegretario regionale con delega alla Protezione civile, Mario Mazzocca, partendo da Penne. Accompagnato dal Sindaco, Mario Semproni, dal vicesindaco Vincenzo Ferrante e dal consigliere provinciale Ennio Napoletano, ha constatato de visu le lesioni segnalate all'Istituto Tecnico Commerciale "G. Marconi" di Penne, nel palazzo De Sterlich-Aliprandi.
“Le lesioni evidenziate – ha detto Di Marco - sono davvero contenute, e dunque la situazione è sotto controllo Contiamo di poter intervenire subito con i lavori per consentire la normale ripresa dell'attività scolastica. Oggi abbiamo valutato gli spostamenti di 3 aule, in via del tutto preventiva, in due aule rimaste libere e nella palestra scolastica. Per il momento questa situazione dunque non comporta troppi disagi”.
Il sopralluogo del Presidente, accompagnato dal Sindaco Venanzio Fidanza e dal consigliere comunale Emanuele Pavone, è proseguito a di Montebello di Bertona, dove sono state rilevate piccole lesioni ad alcuni edifici pubblici: la chiesa madre, il palazzo comunale. “Ci sono lesioni anche in alcune abitazioni private, ma anche qui la situazione è sotto controllo” ha assicurato Di Marco. Più preoccupante la situazione alla Chiesa di Santa Maria in Piano, a Loreto Aprutino, dove la presenza di crepe e lesioni – ha sottolineato il Sindaco Gabriele Starinieri - minaccia seriamente il ricco patrimonio conservato nella chiesa di origine medievale. “Io e il sottosegretario Mazzocca siamo rimasti molto colpiti dall’imponenza e la particolarità degli affreschi, soprattutto dell’affresco grande raffigurante l’Oltretomba. Conoscevamo già questa opera, ma vederla minacciata dai contraccolpi di questo interminabile sisma ci ha convinti ad intervenire sulla Sovrintendenza dell'Abruzzo – ha concluso Di Marco - per stabilire, in accordo con la Regione e con la Fondazione Pescaraabruzzo quali misure assumere per evitare che si aggravino i danni che minacciano un patrimonio incommensurabile”.

 

Dopo le scosse di ieri sera distintamente avvertite da tutta la popolazione residente in provincia di Pescara gli uffici tecnici della Provincia di Pescara si sono sin da subito attivati per verificare la presenza di criticità e danni sul tutto il territorio della provincia, ed in particolare per le infrastrutture di proprietà dell'ente: le strade provinciali (in particolare le opere d'arte quali ponti e viadotti) e i plessi scolastici.
Ricordiamo infatti che la provincia di Pescara è titolare di circa 750 chilometri di strade provinciali (nelle quali vi sono 64 opere d'arte principali) e nr. 63 edifici scolastici facenti capo ai 18 istituti di istruzione superiore delle quali è competente la Provincia.

VIABILITÀ. Per la rete stradale provinciale è stata subito attivata la procedura interna con il personale interno, che ha provveduto ad effettuare le ispezioni sulle principali opere d'arte, vale a dire ad esempio il ponte sull’Orfento e le gallerie in CARAMANICO, il ponte di Salle, quello di Castiglione a Casauria, di Torre de Passeri, nonché sulle principali arterie di collegamento quali la 602, la 151 e il raccordo autostradale in prossimità dell’ortofrutticolo.
Tutte le visite ispettive hanno determinato situazioni di assoluta non criticità, con assenza di rilevamento danni. Inoltre da questa mattina tutto il personale è impegnato ad effettuare, visto anche lo sciame sismico ancora in atto, ulteriori ed approfonditi sopralluoghi e verifiche che, in ogni caso, al momento stanno dando esito assolutamente positivo, ossia tutta la rete stradale provinciale è pienamente percorribile.

EDILIZIA SCOLASTICA. Subito dopo la prima scossa tellurica si è provveduto a prendere contatto con tutti i Sindaci nei quali hanno sede gli istituti superiori di competenza nonché i Dirigenti Scolastici. Ossia oltre a Pescara e Montesilvano, ricordiamo città Sant'Angelo e Penne nella zona Vestina e Cepagatti, Torre dei Passeri e Popoli nell'area della Val Pescara.
Si è ritenuto opportuno sospendere precauzionalmente le lezioni per la giornata di oggi 27 ottobre al fine di permettere di effettuare le verifiche di rito. Questa mattina infatti sono stati coordinati gruppi di lavoro composti da personale tecnico qualificato dell'ente al fine di verificare in maniera omogenea e capillare le singole strutture.
Sono in corso le verifiche da questa mattina di buon'ora e nonostante l'estensione territoriale e il considerevole numero dei plessi, si conta di ultimare queste verifiche per il pomeriggio di oggi.
“Mi è possibile anticipare – dichiara il presidente Antonio Di Marco - che da quanto emerge dal quadro generale gli eventi sismici di ieri sera non hanno prodotto alcun ulteriore danno alle strutture provinciali. Ricordo che alcuni locali dell’Istituto Marconi e Luca da Penne in Penne, dello Spaventa di Città Sant'Angelo, dell'Acerbo di Pescara, sono state interdette PRECAUZIONALMENTE a seguito del sisma dello scorso 24 agosto, che è stato di maggiore magnitudo e maggiormente deflagrante. Nel tardo pomeriggio di oggi, una volta definite ed ultimate le attività di sopralluogo e verifica presso le varie infrastrutture dell'ente, si comunicherà ai singoli enti territorialmente preposti (Prefettura, Protezione civile, Comuni) lo stato dell'arte che, ad ogni buon conto, mi permetto di anticipare, visto il collegamento continuo e diretto con l'ufficio tecnico provinciale, e considerato che l'evoluzione delle attività conferma la prima indicazione: ovvero non si sono verificate nuove emergenze sul territorio provinciale”.


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 17 Novembre 2016 14:32 )