• salle.jpg
  • moscufo.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • nocciano.jpg
  • penne.jpg
  • alanno.jpg
  • loreto.jpg
  • roccamorice.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • cugnoli.jpg
  • vicoli.jpg
  • montesilvano.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • cepagatti.jpg
  • villaceliera.jpg
  • rosciano.jpg
  • abbateggio.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Riaperta la strada provinciale da Penne a Rigopiano

penne rigopianoSi sono conclusi i lavori di manutenzione ordinaria per il comparto nord consistenti in opere di ripristino del manto stradale ammalorato sulla Strada Provinciale 8 da Penne a Farindola fino a Rigopiano e sulla Strada Provinciale 33 Vestea di Civitella Casanova. In questi mesi sono stati svolti interventi per sistemare la fondazione stradale e il tappetto di usura e per rispristinare la circolazione anche alle moto. Oggi gli uffici dei Lavori pubblici della Provincia hanno trasmesso l’ordinanza ai vari enti e alle forze dell’ordine per la riapertura della viabilità stradale. A Civitella Casanova sono stati eseguiti lavori di abbasamento del piano viabile con un tratto di pavimentazione nuova del tappeto di usura. Entrambi sono stati procedimenti necessari per la sicurezza delle arterie. Ad annunciarlo il presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco: “Conclusa la sistemazione del tratto di SP8 che da Farindala conduce a Rigopiano – spiega il presidente Di Marco -. L’arteria strategica per l’intera viabilità dell’area vestina è stata messa in sicurezza ed è stata riaperta anche al traffico delle moto. E’ un tratto determinante per l’intera area poiché collega la vallata ad una zona dalle alte potenzialità turistiche e attrattive quale Rigopiano. Nei mesi scorsi a causa del maltempo si sono create frane e smottamenti, che hanno reso inagibile la strada, con gravi ripercussioni sul sistema viario dell’intera zona. Grazie alle segnalazioni ricevute nei mesi scorsi ho verificato di persona insieme al sindaco di Farindola Ilario Lacchetta e al dirigente D'Incecco lo stato di fatto riuscendo a trovare le risorse utili per la sistemazione. Nella stagioni estive, in particolare ad agosto la via è percorsa da ciclisti, motociclisti, camper e turisti che cercano di raggiungere Rigopiano e le strutture ricettive della zona. La sistemazione è costata 100mila euro”.


Add this to your website