• tocco_da_casauria.jpg
  • salle.jpg
  • alanno.jpg
  • penne.jpg
  • vicoli.jpg
  • rosciano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • loreto.jpg
  • villaceliera.jpg
  • cugnoli.jpg
  • nocciano.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • montesilvano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • roccamorice.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • moscufo.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa L’Abruzzo ricorda Marcinelle


14abruzzoLa “La memoria di Marcinelle (1956-2016)” è il titolo dato ai quattro giorni di eventi promossi dalla Regione Abruzzo per ricordare i minatori – abruzzesi e italiani – morti 60 anni fa a Marcinelle.
Dall’1 al 4 agosto si alterneranno a Pescara, Manoppello, Lettomanoppello e Farindola momenti di riflessione e di approfondimento sull’emigrazione italiana, ma anche sulla sicurezza sul lavoro.
Politici, rappresentanti delle istituzioni, diplomatici e membri del Governo parteciperanno alla quattro giorni per ricordare “una delle più grandi tragedie della storia d'Europa. Dei morti, 136 erano italiani e di questi 60 erano abruzzesi, uomini giovanissimi provenienti in gran parte da un agglomerato di paesi aggrappati alla Maiella: Manoppello, Lettomanoppello, Turrivalignani, Farindola”.
Abruzzesi “partiti da contesti intrisi di miseria, con il desiderio di cercare altrove condizioni di vita migliori per se stessi e per le proprie famiglie; i loro volti, le loro speranze, le loro storie di vita si sono dissipate nel fumo nero della miniera. Oggi, a sessant’anni di distanza, la Regione Abruzzo commemora il sacrificio di questi eroi del lavoro che da Marcinelle non fecero più ritorno e organizza 4 giornate interamente dedicate alla memoria di quei giorni”.
Dal 1 al 4 agosto Pescara e i principali paesi colpiti dalla sciagura “rendono omaggio alle vittime con una serie di eventi che, oltre a raccontare ciò che Marcinelle ha rappresentato per la comunità abruzzese, vogliono continuare a tenere viva la fiamma del ricordo, facendo riemergere brandelli di vite spezzate e restituendo volto e dignità a coloro che non ci sono più”.
Il programma.
Lunedì 1 agosto
Nel pomeriggio arriverà la Principessa Astrid del Belgio, accolta dal Governatore della Regione, Luciano D’Alfonso. Si recheranno insieme a Manoppello dove in Piazza “Caduti di Marcinelle” verrà deposta una corona di alloro alla presenza, tra gli altri, anche dell’Ambasciatore del Belgio in Italia Patrick Vercauteren Drubbel.
Di nuovo a Pescara, la principessa inaugurerà la mostra “1956-2016. Il bosco dei ricordi: l’ltra Marcinelle” curata da Enrica Buccione e Max Pellagatti.
Alle 18.00 inizierà il convegno “1956-2016. Marcinelle, per non dimenticare”.
Moderati da Giuliano Di Tanna (Responsabile Cultura de “Il Centro”) dopo i saluti del sindaco di Pescata Marco Alessandrini, interverranno l’ambasciatore Vercauteren Drubbel, il Ministro degli esteri Paolo Gentiloni, Elio Di Rupo, già premier del Belgio ora sindaco di Mons, di origini abruzzesi, Patrizia Cacciani, dell’Archivio Storico Istituto Luce, il giornalista del Corriere della Sera e scrittore Paolo Di Stefano. Le conclusioni saranno affidate al Presidente D’Alfonso.
In serata, alle 21.00, nel Piazzale Michelucci/ Aurum “Sinfonia Concerto Les Ritals”, Requiem alla memoria delle vittime di Marcinelle a cura dell’Orchestra Sinfonica e del Coro Polifonico del Conservatorio “Casella” di L’Aquila.
Martedì 2 agosto
A Manoppello alle 17.00 omaggio ai caduti di Marcinelle nella Cappella del cimitero con una deposizione di una corona; nella Chiesa parrocchiale San Nicola di Bari Don Arnaldo celebrerà la Santa messa a suffragio delle vittime.
Alle 18.30 nella Sala Sacco a Piazza Marcinelle si terrà il convegno “Il Passato e il Futuro: 60 anni dalla strage del Bois du Cazier”.
Moderati da Annacarla Valeriano, interverranno Lia Giancristofaro e (antropologa e docente dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti) e Eide Spedicato (docente di sociologia generale dell’Università “G. D’Annunzio”) sul tema “Una regione girovaga a metà strada tra Nord e Sud, tra emigrazione e immigrazione, tra accoglienza e chiusura”; Geremia Mancini (Associazione “Ambasciatori della fame”) su “Marcinelle. Non una tragedia casuale. La sicurezza nel lavoro”. Previsto anche l’intervento dei rappresentanti delle confederazioni sindacali. Conclude il presidente D’Alfonso.
Allle 21, sempre in Piazza Marcinelle, “Concerto del teate clarinet ensemble” con la partecipazione straordinaria del tenore maestro Concezio Leonzi e con esecuzioni e brani del periodo a cura del maestro Leontino Iezzi Proiezione del video/documentario “Cuore amaro”, regia di Bruno Imbastaro dell’Associazione Marcinelle per non dimenticare.
Mercoledì 3 agosto.
A Farindola alle 17.30 verranno presentati i lavori realizzati dai ragazzi della scuola elementare e media; alle 18.00 verrà inaugurata una targa ricordo per il 60° anniversario di Marcinelle a cura dell’artista scultore Igor Cascella; alle 18.15 in Piazza Karol Wojtyla verrà deposta una corona al monumento ai caduti.
Seguirà la santa messa nella Parrocchia San Nicola Vescovo in ricordo dei minatori caduti.
In serata lo spettacolo teatrale “L’Uomo carbone” preceduto da un momento di riflessione e testimonianze con i famigliari delle vittime di Marcinelle, con la partecipazione di Elio Paolini presidente dell’Associazione ex minatori di Marcinelle. Alle 21.45 inizierà lo spettacolo.
Giovedì 4 agosto
A Lettomaoppello alle 9.30 l'Ambasciatore Belga Vercauteren Drubbel e il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini deporranno una corona presso il monumento dedicato al minatore ignoto situato a Largo Assunta, accompagnati dal Complesso Bandistico “Città di Lettomanoppello”.
Durante la deposizione della corona, saranno presenti gli ex studenti 1981, del 1° gemellaggio che è stato fatto tra la scuola Media "A. Manzoni" di Lettomanoppello e l'Athènèè Royal di Marcinelle patrocinato dall'UNESCO.
A Passolanciano alle 11.00 verrà inaugurato il monumento al minatore donato dall’Associazione “Minatori – Vittime del Bois du Cazier 08-08-56 Marcinelle”.
Previsti gli interventi della Presidente della Camera Laura Boldrini, dell’Ambasciatore Vercauteren Drubbel, del Presidente della Regione Emilia Romagna Bonaccini, del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.
Previsti, tra gli altri, gli interventi dei minatori di Palombaro, di Nino Domenico Di Pietrantonio, Presidente dell’Associazione Minatori Vittime del Bois du Cazier, del sindaco di Serramonacesca Franco Marinelli, del sindaco di Lettomanoppello Giuseppe Esposito
Alle 21.00 rappresentazione della Compagnia Teatrale di Lettomanoppello. (aise)


Add this to your website