• rosciano.jpg
  • penne.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • montesilvano.jpg
  • nocciano.jpg
  • moscufo.jpg
  • abbateggio.jpg
  • loreto.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • villaceliera.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • salle.jpg
  • vicoli.jpg
  • cepagatti.jpg
  • cugnoli.jpg
  • alanno.jpg
  • roccamorice.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Frana tra Corvara e Pescosansonesco: Per ferragosto la strada sarà riaperta

frana 26Finita la prima fase dell’intervento, la Provincia di Pescara ha affidato oggi alla ditta Idio Ridolfi i lavori per la sistemazione definitiva della Strada Provinciale 53 tra Corvara e Pescosansonesco, chiusa al traffico a seguito della frana causata dalle copiose avversità atmosferiche dello scorso anno.
Il Presidente Antonio Di Marco, recatosi questa mattina nella sede dei lavori, insieme al Sindaco di Corvara Guido Di Persio Marganella e di Pescosansonesco, Nunzio Di Donato, ha constatato di persona il lavoro svolto fino ad oggi, consistente fondamentalmente nella rimozione del terreno accumulatosi sulla strada, nella captazione delle vene sorgive e nella realizzazione di drenaggi. Al sopralluogo ha partecipato anche il capogruppo dell’opposizione al Comune di Corvara, Antonio Di Benedetto.
Dopo questa fase dei lavori, necessaria per consolidare il terreno, in seguito ad una gara pubblica conclusasi il 21 luglio, la ditta Ridolfi si è aggiudicata il lavoro di realizzazione di gabbionature lato monte e lato valle della strada, di ripristino e messa in sicurezza del corpo stradale, in modo da procedere alla riapertura al traffico della SP.

La frana presentava una estensione notevole, interessando una porzione della lunghezza di circa 450 metri, la larghezza di circa 100 metri e lo spessore variabile tra i 7-10 metri.

“I tempi di realizzazione di questa seconda parte di interventi – ha detto il presidente Di Marco agli amministratori presenti – sono molto ravvicinati: l’impresa dovrebbe terminare entro il prossimo 17 agosto ma ho richiesto di correre il più possibile per restituire la strada pulita e risanata prima di Ferragosto, considerando anche le sagre che si svolgono in qui giorni nel circondario. Mi sembra di doverlo a quei cittadini che hanno aspettato oltre un anno per la soluzione di un problema che ha fortemente condizionato la vivibilità del territorio”.

L’iter per la disponibilità della somma messa a disposizione dalla Regione (390.000,00 euro) è durato circa un anno in quanto si è concluso solo il 5 maggio 2016.
Subito dopo le piogge torrenziali che flagellarono la provincia, nella primavera del 2015, con delibera del 29.04.2015 il Consiglio dei Ministri dichiarò lo stato di emergenza per la Regione Abruzzo. A seguito di una precisa direttiva del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, tra il Commissario Delegato di cui alla OCDPC n. 256/2015 (Regione Abruzzo) e la Provincia di Pescara è stata stipulata solo il 28 aprile 2016 la “Convenzione per l’affidamento delle funzioni di soggetto attuatore” per l’intervento di ripristino del collegamento interrotto per la frana. Subito dopo è stata espletata la prima gara e il 13 luglio la seconda e definitiva gara che poterà alla riapertura della Strada Provinciale.


Add this to your website