• torre_de_passeri.jpg
  • alanno.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • rosciano.jpg
  • roccamorice.jpg
  • penne.jpg
  • nocciano.jpg
  • vicoli.jpg
  • cepagatti.jpg
  • abbateggio.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • salle.jpg
  • cugnoli.jpg
  • loreto.jpg
  • villaceliera.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • montesilvano.jpg
  • moscufo.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Bentornata Guardiagrele

GuardiagreleIl Comune di Guardiagrele rientra nel Club dei Borghi più belli d’Italia. Il Consiglio Nazionale del Club ha deliberato la riammissione lo scorso 5 aprile, e il 15 aprile tale decisione è stata ratificata, alla presenza del presidente nazionale del Club Fiorello Primi, dall’assemblea nazionale in programma svoltasi a Castellabate.
Sale così a 23 il numero dei borghi storici d’Abruzzo classificati come i più belli d’Italia della prestigiosa associazione. Un riconoscimento importante per la Regione e per i borghi dei suoi piccoli Comuni, meta di un turismo consapevole, colto, interessato all’ambiente e alla vivibilità del territorio nel suo insieme.
Il significato dell’appartenenza a questo Club e le novità che tale nuova inclusione comporteranno per la politica turistica della regione Abruzzo, sono stati comunicati dal Presidente Antonio Di Marco, coordinatore del Club dei Borghi per Abruzzo e Molise, insieme al Sindaco di Guardiagrele Simone Dal Pozzo.
"Come coordinatore del Club - ha detto Di Marco - ho lavorato molto per l'inclusione di Guardiagrele, che ha tutti i numeri per un riconoscimento del genere, specie quando può contare su un'amministrazione comunale che ci crede e si impegna a mantenere alti gli standard di qualità di conservazione e recupero del suo centro storico". "Abbiamo lavorato sin dal primo giorno del nostro insediamento - spiega il sindaco di Guardiagrele Simone Dal Pozzo - per riportare Guardiagrele nel Club, dopo l’esclusione avvenuta nel 2009; tutti gli impegni che abbiamo preso sono stati positivamente valutati dal Consiglio Nazionale che ha deliberato la riammissione nella seduta dello scorso 5 aprile.
Abbiamo operato con riservatezza, con piccole azioni che preludono a interventi più importanti perché per noi far parte di questo esclusivo Club non è solo una operazione promozionale, ma un impegno perché la città sia più bella sotto tutti i punti di vista. Abbiamo avuto la riammissione nel Club - prosegue il sindaco - perché abbiamo iniziato un lavoro per riqualificare la qualità urbana con un programma in 10 punti riassunti in una delibera di giunta: si va dalla valorizzazione del patrimonio culturale alla creazione e all’arricchimento del sistema museale; dal miglioramento della fruibilità del borgo con interventi su segnaletica, viabilità, parcheggi e mercati, alla pubblica illuminazione, dall’adozione di regolamenti alle iniziative per l’ambiente e la connettività senza tralasciare gli impegni per importanti opere pubbliche.
Abbiamo illustrato questi impegni alla commissione del Club che è venuta a farci visita lo scorso 24 marzo spiegandone i contenuti ad Antonio Centi, coordinatore del Comitato Scientifico e membro del Direttivo Nazionale e ad Antonio Di Marco, presidente della Provincia di Pescara e coordinatore del Club per l’Abruzzo e Molise, ai quali va il mio sentito grazie per averci aiutato a raggiungere questo ambito obiettivo".


Add this to your website