• tocco_da_casauria.jpg
  • moscufo.jpg
  • cugnoli.jpg
  • salle.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • montesilvano.jpg
  • nocciano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • alanno.jpg
  • loreto.jpg
  • abbateggio.jpg
  • villaceliera.jpg
  • roccamorice.jpg
  • vicoli.jpg
  • aanataleslide.jpg
  • rosciano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • penne.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Pubblicato il bando per la gestione della Piscina Provinciale

IMG 9263Presto sarà riaperta al pubblico la Piscina Provinciale annessa all’istituto Volta, in via Einaudi.
E’ online da oggi, sul sito della Provincia di Pescara, il bando di gara per la gestione della piscina, chiusa già da qualche anno per la scadenza del contratto con la precedente gestione e per poter effettuare lavori di adeguamento ed efficientamento energetico indispensabili.
“Questa Piscina - dichiara Antonio Di Marco – sarà il fiore all’occhiello di un istituto tecnico ad indirizzo tecnologico e liceo , che raccoglie un gran numero di iscritti, e che ha da qualche anno attivato anche il liceo scientifico ad indirizzo sportivo. Nel bando infatti è previsto che durante l’orario scolastico la Piscina sia a disposizione della scuola dove tutti gli studenti potranno effettuare le ore di nuoto”.

A chi è riservata la possibilità di candidarsi alla gestione? Ai sensi e per gli effetti dell’art.1 della Legge Regionale 27 giugno 2012 sulla “Disciplina delle modalità di affidamento di impianti sportivi da parte degli Enti pubblici territoriali della Regione Abruzzo, interventi a favore degli atleti paralimpici e disciplina per la concessione di contributi a sostegno dell’impiantistica sportiva di cui al Titolo XI della L.R. 20/2000“, sono ammessi a concorrere: Società o Associazioni sportive dilettantistiche affiliate alle federazioni sportive o agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni, iscritte al registro nazionale Coni e che svolgono le loro attività senza fini di lucro; Discipline sportive associate riconosciute dal CONI; Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI; Federazioni Sportive Nazionali riconosciuti dal CONI; Enti pubblici per lo sport riconosciuti dalla legge.
Saranno determinati, nella scelta dell’aggiudicatario, la qualità dell’offerta tecnica e l’offerta economicamente più vantaggiosa, partendo da una base d’asta di 50.000,00 euro soggetta a rialzo. La durata della concessione è di 10 anni dalla data di sottoscrizione del contratto, e il prezzo del canone in favore della Provincia, risultante dall’aggiudicazione della concessione, resterà fisso ed invariato per tutta la durata del contratto.

Saranno “premiate” le ditte che offrono maggiori garanzie per esperienza sul campo, nonché un piano economico in grado di garantire il servizio a medio e lungo termine.
“Nell’offerta tecnica - si legge nel Capitolato d’Oneri - dovrà essere presentata una proposta tecnico-organizzativa delle modalità di gestione del servizio. Sarà valutata l’organizzazione del concorrente in termini di presenza e messa a disposizione di personale qualificato, tecnico e non, con esperienza nella gestione e conduzione delle attività natatorie. Saranno valutate le certificazioni di qualità maggiormente attinenti al servizio.… L’offerente dovrà presentare una proposta del servizio contenente un dettagliato programma di gestione operativa con indicazione del numero, tipologia e frequenza delle attività che il Concessionario si impegna a svolgere all’interno della piscina per tutto il periodo di gestione; il dettaglio delle attività sportive organizzate a favore degli studenti e delle fasce deboli: utenza diversamente abile, anziani, e famiglie a basso reddito e/o con più figli a carico; la specificazione dell’organizzazione di corsi e/o attività acquatiche non distintamente indicate nel capitolato d’oneri; il programma di iniziative finalizzate alla promozione e allo sviluppo dell’attività natatoria e alla valorizzazione del complesso natatorio; il programma di pulizia e manutenzione. L’offerente dovrà allegare una proposta dettagliata sugli interventi di miglioria che intende realizzare, da effettuarsi a propria cura e spese”.
In questa piscina – aggiunge il presidente della Provincia Di Marco - abbiamo già effettuato lavori consistenti, sostituendo gli intonaci rovinati delle pareti del piano vasca e della vasca, per correggere la linea di scarico delle acque, per varie migliorie speciali nella vasca, e soprattutto nell’impianto di condizionamento ed elettrico, spendendo circa 300mila euro. Oggi è una struttura rinnovata, con impianti di riscaldamento all’avanguardia, realizzati nell’ottica del risparmio energetico. L’auspicio è che torni ad animarsi come nei primi anni della sua attività e che tutta la cittadinanza possa farne un utilizzo utile, e funzionale ai bisogni di tutta la famiglia”.

Il bando scadrà il 30 marzo alle ore 12.

La documentazione (bando, disciplinare e C.O.) è disponibile sul sito internet: http://www.provincia.pescara.it nella sezione bandi di gara.

vai al bando

 


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Marzo 2016 10:48 )