• loreto.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • nocciano.jpg
  • vicoli.jpg
  • salle.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • rosciano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • cugnoli.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • abbateggio.jpg
  • montesilvano.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • roccamorice.jpg
  • villaceliera.jpg
  • alanno.jpg
  • moscufo.jpg
  • penne.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Primo esperimento di “business collaborativo” in Provincia di Pescara

palazzoLa Provincia di Pescara ha appena pubblicato un bando pubblico per acquisire manifestazioni d’interesse per procedere all’affidamento a titolo gratuito del servizio di potatura e taglio di rami e chiome di alberi lungo le strade provinciali.
In cambio, cederà alla ditta che svolgerà il servizio tutto il legname tagliato.
“Un primo esperimento di scambio virtuoso, assimilabile al “baratto amministrativo” o “business collaborativo” – afferma il Presidente Antonio Di Marco - che da qualche anno è stato istituto da alcune amministrazioni per scontare il pagamento di una tassa locale o di una vecchia multa. Un modo intelligente per coinvolgere i cittadini nella cura e nella manutenzione del bene pubblico, in cambio del denaro che altrimenti avrebbero dovuto sborsare”.
E’ dalle possibili applicazioni di un articolo del decreto sblocca Italia del 2014 che si aprono possibilità interessanti per affrontare le spese necessarie per la gestione del territorio e fare meglio quadrare i conti. Affidare la manutenzione del verde di rotonde e aiuole in zone di passaggio strategiche in cambio di cartelli promozionali sono alcune delle esperienze di finanza creativa già esistenti nei Comuni. Oggi da quel Decreto,“misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”, nascono altre interessanti applicazioni che permettono ad un’Amministrazione di sviluppare soluzioni che “dribblano” ostacoli come la spending review, o che riescano a supplire, come nel caso delle Province, ai bisogni causati dal ridotto trasferimento dei fondi statali.
Ma in cosa consiste il servizio che la Provincia di Pescara vuole affidare con questa formula? In pratica con questo avviso saranno individuati gli operatori disponibili a collaborare con la Provincia per il servizio di ripulitura delle strade dalle invasioni di arbusti, rami, alberi che hanno bisogno di potatura e di sfoltimento. L’incarico potrà essere affidato solo alle ditte in possesso di certificazioni per le attività di “taglio e trasporto di alberi” o analoghi e che sino quindi dotate di mezzi idonei all’espletamento del servizio (scale e/o cestelli elevatori, segnaletica per la regolamentazione del traffico, assicurazione ecc.). Per quanto riguarda il lavoro, la ditta dovrà garantire le tempistica a partire dai 5 giorni successivi all’affidamento, dovrà posizionare la segnaletica per la regolamentazione del traffico (in questa fase sarà coadiuvata dal personale della Provincia), dovrà procedere al taglio, la raccolta e il trasporto del legname tagliato e pulire l’area di intervento dei rami e vegetazione di risulta, da smaltire secondo le normative vigenti. In cambio, resterà proprietario di tutto il legname tagliato. Se le domande saranno numerose, saranno scelti gli operatori da distribuire sulla base di 8 zone in cui solitamente si suddivide il territorio provinciale. Ma potrà essere scelto anche uno solo operatore o un numero maggiore di otto. Tutto dipenderà dal numero delle manifestazioni di interesse pervenute. Il bando, con facsimile della domanda, è pubblicato sul sito internet della Provincia di Pescara, nella sezione “bandi di gara” e scade alle ore 12 del 22 febbraio.


Add this to your website