• tocco_da_casauria.jpg
  • penne.jpg
  • roccamorice.jpg
  • cepagatti.jpg
  • rosciano.jpg
  • moscufo.jpg
  • loreto.jpg
  • montesilvano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • villaceliera.jpg
  • alanno.jpg
  • cugnoli.jpg
  • vicoli.jpg
  • salle.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • nocciano.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Pubblicata la gara per il consolidamento dell’istituto A.Savoia di Popoli.

ISISPopoliPartiranno a inizio 2016 i lavori di miglioramento della sicurezza strutturale dell’edificio “Amedeo Savoia” di Popoli, finanziati nell’ambito del – Piano “Scuole d’Abruzzo – Il Futuro in Sicurezza”. Il bando, pubblicato ieri sul portale della Provincia di Pescara e sulla G.U.R.I. n.142 del 2 dicembre, prevede un intervento significativo per il miglioramento sismico dell’intero edificio che ospita l’I.P.S.I.A. “Amedeo di Savoia”, danneggiato dal sisma del 6 aprile 2009 e successivamente dichiarato inagibile con ordinanza sindacale.
Il bando scadrà 19 gennaio 2016 e la prima seduta pubblica si terrà il 21 gennaio 2016.
I lavori partiranno immediatamente dopo la scadenza dell’avviso
Gli interventi garantiranno il totale consolidamento della struttura, e in particolare prevedono:


1 chiusura di nicchie e finestre;
2 inserimento di cerchiature delle bucature tramite profili in acciaio;
3 ricostruzione parziale della muratura danneggiata tramite il metodo “cuci-scuci”;
4 interventi di rinforzo dei solai con profilati in acciaio;
5 spicconatura dell’intonaco e successiva ricostruzione con malta simile a quella originale;
6 lavori di finitura e di ripristino degli impianti connessi all’esecuzione degli interventi strutturali.


Il costo complessivo dell’opera è stato stimato in € 900.000,00 di cui € 712.402,70 per lavori e € 187.597,30 di somme a disposizione dell’Amministrazione.

“Un’altra opera – afferma il Presidente Di Marco – che riusciamo a far partire, pur tra mille difficoltà, a favore delle nostre scuole. Tiriamo un sospiro di sollievo perché l’edificio era chiuso da oltre 5 anni a causa dei danni provocati dal terremoto. Questo ha costretto la dirigente scolastica a trasferire gli alunni nella sede liceo scientifico con grandi sacrifici e disagi per gli studenti. Ringrazio la preside Patrizia Corazzini, il sindaco Concezio Galli e il consigliere provinciale Mario Lattanzio, già assessore provinciale, che mi hanno spronato e sostenuto nel portare a termine un complicato iter burocratico. Sono lieto di poter annunciare loro l’inizio dei lavori”.


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Dicembre 2015 14:47 )