• cugnoli.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • rosciano.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • abbateggio.jpg
  • salle.jpg
  • penne.jpg
  • villaceliera.jpg
  • cepagatti.jpg
  • moscufo.jpg
  • roccamorice.jpg
  • alanno.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • nocciano.jpg
  • vicoli.jpg
  • loreto.jpg
  • montesilvano.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Di Marco: ben vengano le ispezioni nelle scuole che validano le nostre richieste al Governo e ai parlamentari abruzzesi

misticoninasIn merito alla notizia dei controlli effettuati dai Carabinieri dei NAS nella sede di viale Kennedy del liceo artistico “Misticoni-Bellisario”, si trasmette questa dichiarazione del Presidente della Provincia Antonio Di Marco:“La notizia dell’ispezione effettuata ieri dagli uomini dei NAS alla sede del liceo di viale Kennedy mi convince ancora di più nella battaglia che, anche come UPI (unione Province d’Italia) Abruzzo sto portando avanti nelle sedi istituzionali regionali e nazionali. Un battaglia contro il Governo, che nella prossima legge di stabilità potrebbe tagliare ulteriori fondi alle Province e per la quale ho chiesto la collaborazione dei Parlamentari abruzzesi, ai quali ho manifestato lo stato di emergenza delle scuole e delle strade”.“Le nostre scuole – continua Di Marco – hanno tutte, indistintamente, bisogno di interventi urgenti di manutenzione straordinaria. Interventi non più procrastinabili. Già un anno fa, appena eletto alla guida della Provincia, ho chiesto un report dettagliato sullo stato delle scuole, per capire di quali fondi avremmo avuto bisogno. Ebbene, mi fu consegnata una relazione completa e dettagliata, da cui si evinceva la necessità di disporre di circa 5 milioni di euro per rendere le nostre scuole sicure e accoglienti. Quella relazione fu consegnata al ministro Stefania Giannini, proprio in occasione della sua visita all’Alberghiero, ma prima ancora fu inviata alle autorità competenti e, nella primavera scorsa fu consegnata ai nostri parlamentari, da me convocati in Provincia proprio su questo tema. Cosa è successo in questi mesi? Nessuno riscontro dal Governo. Anzi solo ulteriori contrazioni di contributi per investimenti. Nessuna soluzione prospettata dai nostri Parlamentari, al di là di qualche interrogazione. Abbiamo perfino avanzato una domanda alla Protezione Civile per alcuni interventi urgenti dopo gli episodi di maltempo che hanno flagellato le strade e creato danni alle scuole. Anche in questo caso niente. L’unico contributo economico arrivato per le scuole sono i 600.000,00 euro che la Regione ci affiderà per l’Alberghiero. Non è quindi una questione di volontà. Non ci sono fondi per interventi urgenti, mentre, ci sono e sono immediatamente disponibili progetti cantierabili per il miglioramento dei singoli plessi e per sviluppi futuri. La nostra struttura tecnica è pronta ed è in grado di lavorarci da domani. Ma, francamente, tutto questo non collima con la volontà di eliminare le Province tagliando perfino i fondi necessari per gestire le funzioni che ancora abbiamo. Dunque è una situazione di totale emergenza, che si aggraverà ancora di più se la prossima Finanziaria confermerà i tagli alle Province. In quel caso si rischierà la paralisi totale dei servizi legati alla viabilità e all’edilizia scolastica, con conseguenze ancora più gravi sulla vita dei cittadini: Comuni isolati e scuole non più fruibili”.


Add this to your website