• la_figlia_di_jorio.jpg
  • montesilvano.jpg
  • nocciano.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • salle.jpg
  • cugnoli.jpg
  • rosciano.jpg
  • penne.jpg
  • vicoli.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • alanno.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • villaceliera.jpg
  • moscufo.jpg
  • cepagatti.jpg
  • abbateggio.jpg
  • loreto.jpg
  • roccamorice.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Approvato il nuovo accordo decentrato integrativo del personale

palazzo3E’ stato sottoscritto qualche giorno fa, in Provincia, l'accordo decentrato integrativo del personale in esito ad una serrata trattativa durata più di un anno, alla presenza di CGIL CISL e UIL e di una nutrita rappresentanza della RSU.
Incremento della qualità dei servizi, trasparenza dell'azione amministrativa, uso razionale ed equilibrato delle risorse sono gli obiettivi che le parti hanno inteso perseguire nel rispetto dei rispettivi ruoli, consapevoli della centralità del lavoro in questo momento di grande trasformazione dell'Ente Provincia.
L'accordo, come prescrive la vigente normativa contrattuale e legislativa, recepisce alcuni importanti principi e prevede che la performance organizzativa dell'Ente sia finalizzata alla soddisfazione dei bisogni collettivi e all’efficienza e buon andamento della struttura: Anche il sistema premiante è stato modificato, per essere caratterizzato da una maggiore selettività, e rispondere ai principi meritocratici, di pari opportunità, di trasparenza e buon andamento della performance individuale.
Il Presidente Di Marco ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto.
“La Provincia di Pescara – ha detto - si è dotata di un nuovo e aggiornato strumento di disciplina in materie fondamentali per una efficiente organizzazione dell'Ente e una migliore gestione del personale. Con questo nuovo accordo integrativo portiamo a termine la riorganizzazione dell’Ente, funzionale al grande lavoro che la Provincia svolge verso il territorio, con un personale molto ridimensionato rispetto ad un anno fa, e con minori risorse strumentali ed economiche. Per questo c’è bisogno di strumenti che misurino la produttività dei dipendenti e diano la possibilità di riconoscere (e di premiare) il merito di chi lavora con serietà”.


Add this to your website