• torre_de_passeri.jpg
  • moscufo.jpg
  • roccamorice.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • salle.jpg
  • alanno.jpg
  • rosciano.jpg
  • montesilvano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • penne.jpg
  • nocciano.jpg
  • abbateggio.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • cugnoli.jpg
  • villaceliera.jpg
  • loreto.jpg
  • vicoli.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa La Polizia Provinciale arresta un pluripregiudicato

honoratiQuesta mattina, intorno alle 10 e 15, sulla statale regionale 151, all’altezza dell’incrocio per Moscufo, una Fiat Multipla sorpassava a gran velocità una pattuglia della Polizia Provinciale, con a bordo due agenti. Subito la pattuglia si è messa all’inseguimento del veicolo e, raggiuntolo un chilometro dopo, gli ha intimato di fermarsi. Questi si fermava e alla richiesta di esibizione dei documenti, formulata più volte, lo stesso si rifiutava e, improvvisamente, ripartiva a gran velocità urtando e investendo i due agenti. Così, è subito ripartito l’inseguimento, terminato all’altezza della rotatoria di Collecorvino, dove il fuggitivo ha abbandonato l’auto e si è dato alla fuga a piedi, direzione fiume Tavo. Gli agenti della Polizia provinciale hanno chiesto, quindi, man forte ai carabinieri della compagnia di Montesilvano per individuare il fuggiasco, che, intervenuti immediatamente sul posto, si sono dati anch’essi alle ricerche dell’uomo. Dopo circa un ora, l’uomo è stato individuato e arrestato proprio nei pressi della rotatoria e da qui portato all’interno della caserma dei carabinieri di Montesilvano per i rilievi di rito. L’uomo è risultato essere Nicola Mansi, di origini pugliesi e con obbligo di soggiorno a Cerignola, pluripregiudicato per rapina, furto, ecc. È stato tratto in arresto con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. I due agenti della Provinciale, a seguito dell’urto subito durante la fuga del Mansi, hanno riportato lievi contusioni con una prognosi di 7 giorni ciascuno, salvo complicazioni.
“Ringrazio gli agenti della Polizia Provinciale e tutto il corpo, guidato dal comandante Honorati, per lo splendido lavoro svolto insieme ai carabinieri, ai quali estendo i ringraziamenti – ha dichiarato il presidente della Provincia Antonio Di Marco -. Aggiungo la piena solidarietà al corpo della Polizia Provinciale, in un momento in cui sembrerebbe che lo stesso debba essere smantellato e trasferito presso le polizie municipali”.


Add this to your website
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Giugno 2015 07:15 )