• roccamorice.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • loreto.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • moscufo.jpg
  • villaceliera.jpg
  • abbateggio.jpg
  • salle.jpg
  • vicoli.jpg
  • alanno.jpg
  • nocciano.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • rosciano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • montesilvano.jpg
  • cugnoli.jpg
  • penne.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Riordino delle Province – Pescara, ad oggi già tre dipendenti ricollocati presso altri enti

bosicaSono tre, ad oggi, i dipendenti della Provincia di Pescara ricollocati presso altri enti, un’operazione possibile grazie anche all’impegno del presidente della Provincia Antonio Di Marco che nei giorni scorsi aveva invitato i Comuni a formalizzare le richieste per forme di collaborazioni.

“Sandra D’Alberto – spiega Di Marco – due settimane fa ha “lasciato” palazzo dei marmi e ha iniziato a prestare servizio presso il Comune di Cepagatti. Da domani, anche Camillo Bosica e Laura Lacalandra non lavoreranno più per la Provincia di Pescara, bensì per il Comune di Cappelle sul Tavo. Sottolineo questo risultato con orgoglio, dato che è frutto di un intenso lavoro svolto dagli uffici, su mia iniziativa, nei mesi passati, per tutelare i dipendenti della Provincia di Pescara in vista della riorganizzazione del personale prevista dalla legge Delrio.
Subito dopo il mio insediamento, infatti, ho costituito l’ufficio di pianificazione e programmazione afferente alla riforma Delrio. Il coordinamento dei lavori è stato affidato a Bernardo Mazzocca, al fine di attivare una serie di iniziative utili per i Comuni e catalogare tutte le azioni svolte proprio in funzione dei Comuni.
In quest’ottica, lo scorso 8 gennaio ho inviato una lettera ai 46 sindaci della provincia di Pescara, invitandoli a formalizzare le proprie richieste in materia di personale, e oggi stiamo raccogliendo i frutti di quel lavoro. Tre dipendenti sono già stati ricollocati presso altri enti e di questo ringrazio i sindaci, che numerosi hanno risposto al mio appello, in particolare quelli di Cappelle e Cepagatti.

Questo mi fa ben sperare per il futuro e per il futuro dei dipendenti della Provincia, che hanno indubbie competenze e professionalità, qualità che oggi possono mettere al servizio di altri enti, molti dei quali sott’organico. Se questo rapporto sinergico e questa collaborazione fra Provincia e Comuni continuerà in maniera così serrata, sono convinto che riusciremo a tutelare il personale e a garantire ai cittadini un’alta qualità dei servizi”.


Add this to your website