• tocco_da_casauria.jpg
  • vicoli.jpg
  • moscufo.jpg
  • penne.jpg
  • abbateggio.jpg
  • nocciano.jpg
  • cepagatti.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • cugnoli.jpg
  • salle.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • rosciano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • montesilvano.jpg
  • alanno.jpg
  • roccamorice.jpg
  • villaceliera.jpg
  • aanataleslide.jpg
  • loreto.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Provincia Pescara – Di Marco: richiesta stato di emergenza


sopralluogoIl presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco nel pomeriggio ha firmato un decreto per richiedere lo stato di emergenza e di calamità naturale a carico dell’intero territorio provinciale della Provincia di Pescara, colpito da straordinarie e copiose piogge e nevicate nel giorno 5 marzo 2015.

“Questa mattina, insieme al dirigente del settore lavori pubblici Paolo D’Incecco ho effettuato un sopralluogo a 360 gradi lungo l’intero territorio provinciale, al fine di verificare le criticità presenti nei singoli Comuni – dichiara Di Marco -. La situazione è apparsa subito tragica: le copiose nevica e l'abbondante pioggia scesa nelle ultime ore hanno messo in ginocchio la nostra provincia.
Tramite questi sopralluoghi ho potuto verificare direttamente lo stato dell'arte a seguito delle precipitazioni atmosferiche di questi giorni, che hanno determinato un quadro drammatico, iniziato ieri e destinato a perdurare quantomeno nelle prossime 24/48 ore.
Sono incessantemente a lavoro personale e mezzi della provincia, nonché operatori privati, al fine di garantire la percorribilità delle strade provinciali e il collegamento tra le comunità. Grazie all'interessamento del presidente della Regione Luciano D’Alfonso, inoltre, si è riusciti a drenare sulla rete provinciale anche 2 potenti mezzi turbina della società autostrade.
La rete stradale d'interesse provinciale risulta sostanzialmente percorribile, anche se a tratti con difficoltà, nonostante l'elevata altezza che ha raggiunto la coltre nevosa. Nelle zone più alte la neve ha raggiunto anche il metro e mezzo di altezza. Attualmente sono ancora chiuse al transito la strada provinciale per Rigopiano, la SP di Roccacaramanico e quella compresa tra Lettomanoppello e Passolanciano. Entro,la serata, grazie all'impiego delle turbine, riusciremo a garantire l'apertura della strada Farindola-Rigopiano. Estremamente difficoltosa è, ancora, la situazione nel comprensorio di Pescosansonesco/Corvara/Pietranico. Domattina, sabato, verrà riaperta la SP per Roccacaramanico e a seguire quella per Passolanciano. Ad ogni buon conto grazie all’incessante lavoro del competente reparto nessun Comune della provincia risulta isolato. Parallelamente gli uffici già stanno censendo costi derivanti dall'eccezionalità dell'evento, nonché i relativi danneggiamenti al patrimonio pubblico. Va considerato, tuttavia, che questa è solo la imprescindibile e propedeutica fase di primo livello, al fine di individuare le principali criticità derivanti da neve e frane. Questa ondata, infatti, sta determinando le condizioni, in assoluto, più difficili, caratterizzate da acqua e vento sulla zona costiera e neve nei centri interni al di sopra dei 400 metri. Due situazioni diametralmente opposte, che stanno mettendo a dura prova l'attività del personale preposto dell'ente, che solo grazie ad un coordinamento generale sull'intero territorio è riuscito a limitare i disagi.


Alla luce di tutto questo, ho appena firmato il decreto per richiedere lo stato di emergenza alla Regione sulla base del censimento fornitomi dagli uffici viabilità dell'ente, assolutamente corrispondente a quanto personalmente riscontrato sul territorio”.


Add this to your website