• rosciano.jpg
  • moscufo.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • cepagatti.jpg
  • salle.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • loreto.jpg
  • abbateggio.jpg
  • nocciano.jpg
  • vicoli.jpg
  • villaceliera.jpg
  • alanno.jpg
  • penne.jpg
  • roccamorice.jpg
  • cugnoli.jpg
  • montesilvano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Tocco da Casauria, visita a Casa Michetti

michettiAssicurare la fruizione della casa natale del pittore Francesco Paolo Michetti, con iniziative che, a partire dal sobrio edificio ottocentesco, e passando per iniziative di carattere culturale e sociale, coinvolgano non solo la comunità locale e regionale, ma possano essere anche volano di un progetto turistico integrato di conoscenza del territorio.
Su richiesta del sindaco di Tocco, Luciano Lattanzio, il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di arco ha fatto visita, ieri, martedì 3 febbraio, alla casa natale di Francesco Paolo Michetti, pittore e fotografo abruzzese, che nell’abitazione situata nell’omonima via di Tocco da Casauria, nacque nel 1851. La visita è stata sollecitata da Lattanzio per “mettere in campo, insieme alla Provincia – ha detto – attività concrete di valorizzazione di un edificio dall’immenso valore storico-simbolico”.
“Desidero riaprire questo edificio - ha detto Di Marco - nel più breve tempo possibile, ovvero dopo alcune opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, per farne un punto di riferimento culturale dell’area. Non solo. La casa natale di Michetti è per noi un patrimonio inestimabile, considerando che siamo anche i proprietari del suo più famoso e apprezzato dipinto: la Figlia di Jorio. Comincia da qui, dalla sala Figlia di Jorio del Palazzo di piazza Italia, un percorso culturale dedicato a Francesco Paolo Michetti, che porta fuori dai confini della città, per attraversare i luoghi descritti dal grande pittore fino a Tocco da Casauria e al Parco della Majella. Presto renderemo noto il progetto di valorizzazione culturale e turistico più ampio legato alla storia artistica di uno dei figli d’Abruzzo più apprezzati nel mondo”.


Add this to your website