• villaceliera.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • roccamorice.jpg
  • vicoli.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • abbateggio.jpg
  • alanno.jpg
  • montesilvano.jpg
  • salle.jpg
  • penne.jpg
  • rosciano.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • loreto.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • cepagatti.jpg
  • cugnoli.jpg
  • nocciano.jpg
  • moscufo.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Borghi più belli d’Italia. Il 2015 sarà un anno particolarmente costruttivo

borghiAntonio Di Marco, attuale Presidente della Provincia di Pescara, è stato confermato per altri 5 anni alla guida regionale dei Borghi più belli d’Italia. La nomina è avvenuta al termine dell’assemblea dei sindaci dei 21 comuni d’Abruzzo e dei 4 molisani appartenenti al club dei borghi tipici, alla presenza del presidente nazionale Fiorello Primi, e di Antonio Centi, presidente del comitato scientifico. Anche Centi è stato riconfermato nella stessa carica per il prossimo quinquennio.
L’incontro si è tenuto ieri nella sala Figlia di Jorio della Provincia ed è servito a fare il punto su altri importanti temi di cui il coordinamento Abruzzo/Molise dovrà occuparsi nei prossimi mesi. Innanzitutto sono stati valutati, tra quei sindaci che non lo avessero già fatto, i vantaggi della partecipazione all’Expo’ 2015 di Milano grazie allo spazio concesso all’associazione dei borghi all’interno del padiglione Eataly.
“La nostra organizzazione – ha riferito il presidente Fiorello Primi- ha calcolato che, su una partecipazione stimata di 150 comuni, considerando che ci sarà spazio per sei comuni alla volta, ogni borgo potrà sostare all’interno dell’area Eataly una settimana” Un’occasione unica, tenendo conto che nel padiglione Eataly transiteranno – come calcolato dagli organizzatori di Expo’– circa 20.000 persone al giorno. Una vetrina eccezionale per mostrare le bellezze e le peculiarità di piccoli centri spesso fuori dagli itinerari più noti e anche per questo più appetibili per i turisti stranieri.
La necessità di svolgere un’azione coordinata di marketing e comunicazione è emersa ancora più decisa in questo inizio d’anno, considerate le tante opportunità che si prospettano per il 2015. “Oltre all’Expo – ha dichiarato Di Marco - in Abruzzo dobbiamo prepararci ad accogliere almeno 300.000 persone, in occasione del raduno nazionale degli Alpini in programma a l’Aquila a maggio. In occasione di questo grande evento mediatico dobbiamo preparare gli strumenti per comunicare al meglio il circuito di novità rappresentato in Abruzzo dai 21 borghi certificati, predisponendo itinerari turistici ad hoc da presentare e far scegliere attraverso un portale dedicato. Il turismo sta cambiando pelle e noi ci prepariamo alla nuova sfida rappresentata da una domanda più raffinata, selettiva, alla ricerca di nuove e inedite destinazioni”. All’assemblea di ieri ha partecipato anche il presidente della sezione alpini Abruzzo, Giovanni Canale, che ha illustrato le opportunità che si aprono con il raduno nazionale degli alpini ”considerato – ha detto – il più grande evento mediatico dell’anno in questo genere di manifestazioni”.


Add this to your website