• sede_provincia_pescara.jpg
  • cugnoli.jpg
  • nocciano.jpg
  • moscufo.jpg
  • villaceliera.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • loreto.jpg
  • penne.jpg
  • vicoli.jpg
  • abbateggio.jpg
  • cepagatti.jpg
  • alanno.jpg
  • montesilvano.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • roccamorice.jpg
  • rosciano.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • salle.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Sopralluogo del Presidente Di Marco presso l’Istituto “A. Volta” Di Pescara

voltaQuesta mattina il presidente della Provincia Antonio Di Marco ha effettuato un sopralluogo presso l’istituto A. Volta di Pescara, durante il quale ha incontrato gli studenti, il personale scolastico e la dirigente scolastica Fiorenza Papale.
Il rappresentante d’istituto Andrea Clivio, per conto degli studenti, e il vicepreside Diego De Leonardis, per conto del corpo docenti, hanno accompagnato Di Marco alla scoperta della struttura, illustrandogli criticità e punti di forza della scuola.
“L’IIS Volta è un vero gioiello, un polo d’eccellenza della città di Pescara e di tutta la provincia. Questo sia a livello strutturale, dato che le sei palazzine, più le aule adibite a laboratorio, insieme alla grande e attrezzata area verde esterna, creano una sorta di cittadella dello studio; sia a livello di contenuti, non solo grazie agli indirizzi tecnologici, che rappresentano un percorso di studi sempre più appassionante per i giovani e ricco di sbocchi lavorativi, ma anche per la presenza del nuovo liceo scientifico ad indirizzo sportivo. Un percorso studi che annovera fra i suoi iscritti anche campioni sportivi, come il giovane Andrea Palusci, campione nazionale dei 400 stile libero delle seconde classi.
Una realtà tanto preziosa quanto difficile da valorizzare al meglio, considerate le scarsissime risorse a disposizione della Provincia e della scuola stessa. Ciononostante, ho chiesto ai ragazzi di mettere nero su bianco tutte le loro istanze, ovvero di spiegare, in un documento, quali sono le carenze che loro riscontrano e quali i punti di forza da valorizzare, in modo da poter lavorare insieme per raggiungere gli obiettivi fissati.
Fra le segnalazioni già esposte oralmente c’è sicuramente il timore legato al futuro della piscina provinciale, i cui lavori di ristrutturazione saranno conclusi entro fine anno. I docenti e gli studenti temono che la struttura possa essere messa a disposizione degli esterni anche di mattina. Inoltre hanno espresso forti preoccupazioni circa lo stato delle coperture, il cui degrado, in alcune zone del “campus”, crea infiltrazioni tanto profonde da aver obbligato la dirigente a chiudere l’aula biblioteca e quella musicale.
Per quanto riguarda la messa in sicurezza della struttura, però, ho potuto già tranquillizzare i ragazzi. La Provincia ha, infatti, partecipato ad un bando regionale, scaduto lo scorso 30 novembre, presentando un progetto che aveva già presentato altre due volte in passato, la prima nell’ambito dei fondi messi a disposizione dal decreto del fare e la seconda nell’ambito del Piano Renzi. Il progetto, del valore di 830mila euro e che prevede interventi di manutenzione straordinaria delle coperture, risoluzione delle infiltrazioni e messa in sicurezza di tutte le aree esterne con miglioramento di quelle adibite ad attività sportive, era finito in graduatoria anche in passato e adesso ci auguriamo che possa finalmente ricevere il finanziamento.
Intanto, però, ho annunciato loro che a breve partiranno i lavori, già appaltati e del valore di 380mila euro, per il completamento della messa a norma relativa all’antincendio”.


Add this to your website