• cepagatti.jpg
  • rosciano.jpg
  • roccamorice.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • sede_provincia_pescara.jpg
  • aanataleslide.jpg
  • penne.jpg
  • moscufo.jpg
  • salle.jpg
  • abbateggio.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • alanno.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • nocciano.jpg
  • cugnoli.jpg
  • montesilvano.jpg
  • vicoli.jpg
  • villaceliera.jpg
  • loreto.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa Il Presidente Di Marco su interventi scuole e nuova sede Liceo Coreutico

coreuticoIl Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco ha approvato, nell’ambito del decreto “Programma straordinario di interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, degli edifici scolastici. Secondo stralcio. Regione Abruzzo”, il progetto definitivo per la realizzazione del secondo piano del liceo D’Ascanio di Montesilvano. Il progetto, elaborato su fondo Cipe di 500mila euro grazie al contributo del Provveditorato delle Opere Pubbliche interregionale, prevede la finitura e il completamento di un’ala del secondo piano del liceo D’Ascanio, con la realizzazione di dieci aule, servizi igienici, impianti e finiture.
“Considerata la grande richiesta di iscrizioni – ha spiegato Di Marco -, abbiamo accelerato l’iter per completare, almeno in parte, il nuovo liceo scientifico di Montesilvano ed offrire agli studenti del territorio la possibilità di frequentare una struttura sempre più potenziata, patrimonio di tutta la comunità. Ora approveremo il progetto esecutivo ed entro gennaio 2015 partirà la gara per i lavori”. Il presidente Di Marco, nell’annunciare l’avvio dell’iter che porterà all’apertura di questo importante cantiere, è intervenuto anche circa la necessità di individuare una sede adatta ad ospitare i ragazzi del liceo Coreutico di Pescara, che ad oggi condividono le aule del Bellisario-Misticoni con gli studenti del liceo artistico e del liceo musicale.
“La qualità dell’ambiente di studio dei nostri ragazzi è un argomento che mi sta particolarmente a cuore, ma purtroppo non possiamo più temporeggiare né illudere genitori e docenti con soluzioni non prospettabili – spiega il Presidente della Provincia -. Riattivare lo spazio Muzii, dietro al conservatorio, non è una strada facilmente percorribile. Innanzitutto perché la struttura non è di proprietà della Provincia e, inoltre, anche se riuscissimo ad ottenerne l’assegnazione, lo stabile necessiterebbe di lavori imponenti, dato che è inagibile e non ha l’idoneità statica. Lavori per i quali occorrerebbero circa due anni di tempo e almeno 3 milioni di euro, cifra che ad oggi, come tutti ben sapete, la Provincia non può avere a disposizione a causa dei tagli che ci ha imposto il governo. L’unica valida alternativa possibile è quella di aprire agli alunni del Coreutico le porte della scuola materna ed elementare Villa Fabio, trasferendo i suoi piccoli studenti alla Carducci. Un’operazione che abbiamo già studiato nel dettaglio, grazie ad una serie di sopralluoghi tecnici, e di cui abbiamo già una stima dei costi ( 25mila euro, presenti nelle casse dell’ente) e dei lavori necessari per realizzare le sale di danza (che potrebbero essere pronte già a gennaio 2015). Per procedere abbiamo bisogno solo dell’ok del Comune e del benestare degli iscritti al Coreutico e docenti. So che ad alcuni di loro oggi questa soluzione non convince, ma in tutta sincerità, essendo l’unica possibile, mi auguro che si possa trovare un punto d’incontro in questa direzione”.


Add this to your website