• sede_provincia_pescara.jpg
  • tocco_da_casauria.jpg
  • cepagatti.jpg
  • roccamorice.jpg
  • montesilvano.jpg
  • villaceliera.jpg
  • salle.jpg
  • rosciano.jpg
  • torre_de_passeri.jpg
  • la_figlia_di_jorio.jpg
  • abbateggio.jpg
  • vicoli.jpg
  • cugnoli.jpg
  • penne.jpg
  • loreto.jpg
  • moscufo.jpg
  • alanno.jpg
  • nocciano.jpg
PROVINCIA DI PESCARA
Sei qui: Home In evidenza Comunicati Stampa 800mila euro per la messa in sicurezza delle strade provinciali

 

stradaLo scorso 5 novembre i presidenti delle quattro Province abruzzesi hanno incontrato il governatore Luciano D’Alfonso presso la sede della Regione. Durante la riunione, D’Alfonso ha rappresentato loro la possibilità di individuare delle somme residue, derivanti dal bilancio regionale, per la messa in sicurezza di alcune strade provinciali, ridotte in un profondo stato di ammaloramento.
A tal proposito, la Provincia di Pescara, rappresentata al tavolo dal presidente Antonio Di Marco, risulterà per tanto beneficiaria di un primo finanziamento urgente e straordinario del valore di 800mila euro, che sarà spalmato lunghe tutte le arterie del territorio pescaresi sulle quali insistono i più gravi dissesti.
“Abbiamo deciso, con il dirigente del settore Paolo D’Incecco – ha spiegato Di Marco – di privilegiare quei comprensori per i quali l’ente, ad oggi, non dispone di alcun finanziamento. Nello specifico, quindi, per quanto riguarda l’area nord, Vestina, le strade oggetto di questi lavori straordinari saranno quelle ricadenti nel comprensorio di Roccafinadamo, Penne, Farindola, Colle Stella, Collecorvino, Villa Degna e Cappelle (per un totale di 400mila euro). Nell’area sud, invece, ovvero la Val Pescara, i comprensori protagonisti del finanziamento saranno Pietranico, Pescosansonesco, Corvara, Castiglione a Casauria e Catignano (per un totale di 400mila euro).
Ovviamente questi interventi, che prevedono la messa in sicurezza delle strade mediante il risanamento dei dissesti del corpo stradale, il rifacimento della pavimentazione e della segnaletica, vanno considerati in aggiunta a quelli già programmati dalla Provincia e a quelli in corso di realizzazione.
Per quanto riguarda il calendario dei lavori, infine, il governatore ha dato tempi molto ristretti: entro fine anno i progetti cantierabili dovranno essere appaltati”.


Add this to your website